F1 | Red Bull, disastro Verstappen in Messico: “Peccato, il ritmo era buono”

"Considerando ciò che è successo all'inizio è comunque un buon risultato", ha aggiunto

F1 | Red Bull, disastro Verstappen in Messico: “Peccato, il ritmo era buono”

Gara da dimenticare per Verstappen, che dopo la pole position tolta giustamente ieri per non aver rallentato in regime di bandiera gialla, si è fatto prendere dal vecchio Max, quello pre incidente di Montecarlo 2018 per intenderci, e dopo una partenza da tutto o niente, un sorpasso ottimistico su Bottas (con conseguente foratura) e un contatto gratuito con Magnussen, si è dovuto accontentare della sesta posizione a 40 secondi da Albon. Sì ok, bella rimonta, ma dopo questa marea di errori, la sua gara può essere considerata oltremodo insufficiente, soprattutto vedendo il ritmo della sua Red Bull, avrebbe potuto vincere.

“Non è positivo terminare in sesta posizione vista la performance della nostra macchina – ha detto Verstappen – ma vedendo ciò che è successo, è stata una buona gara. Ho iniziato bene, penso che Lewis sia stato spinto fuori da una Ferrari, perdendo velocità, e quindi ha frenato in profondità alla prima curva, poi per difendersi ha sbandato e sono dovuto andare sull’erba per evitarlo. La gara era comunque alla mia portata fino a quando non ho passato Valtteri, che mi ha forato la gomma posteriore, e ho dovuto fare un giro intero prima di rientrare ai box. Ho fatto 66 giri con le Hard, ed è un peccato perché il nostro ritmo era buono, così come la macchina, ma rimontare fino alla sesta posizione non è male se consideriamo ciò che è accaduto all’inizio”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati