F1 | Red Bull, Helmut Marko: “Trattativa con Alonso nel 2008, ma sue richieste inaccettabili”

"Abbiamo preferito puntare sui nostri piloti", ha concluso

F1 | Red Bull, Helmut Marko: “Trattativa con Alonso nel 2008, ma sue richieste inaccettabili”

La storia di Fernando Alonso è piena di scelte mai azzeccate. Il tutto è nato dopo l’ultimo mondiale vinto con la Renault: nel 2007 lo spagnolo andò in McLaren, ma il difficile rapporto con Hamilton e il team lo convinse ad abbandonare subito dopo una stagione. Il ritorno in Renault è stato più che altro di transizione in vista di un sedile più competitivo, visto che i francesi avevano perso completamente lo smalto dei tempi migliori. In Ferrari Fernando, 2010 a parte non ha mai avuto una macchina all’altezza degli avversari. Stanco di arrivare sempre secondo (eh già), lo spagnolo decise di sposare nuovamente il progetto McLaren, questa volta con la Honda. Scelta azzeccatissima per il suo portafogli, meno per la sua competitività. Il passaggio dai propulsori giapponesi a quelli Renault ha solo peggiorato la situazione fino ad arrivare all’annuncio del ritiro al termine di questa stagione. Helmut Marko, scopritore di talenti della Red Bull ha svelato che nel 2008 negoziò con Alonso per un suo passaggio al team austriaco, ma lo spagnolo rifiutò un contratto a lungo termine.

“Abbiamo negoziato con Alonso una volta, mi pare nel 2007, o forse 2008 – ha detto Helmut Marko a ServusTV. Fu una trattativa complicata, aveva delle richieste difficili da accettare per noi. E’ sicuramente uno dei piloti migliori, ma non si adatta con il nostro modo di lavorare”.

Alonso voleva un contratto di un anno con la Red Bull all’epoca, probabilmente perché già in accordo con la Ferrari, mentre Marko e Horner avrebbero voluto almeno un biennale. Arrivati a questo punto i capi del team austriaco hanno preferito promuovere un pilota proveniente dal programma giovani, ossia Sebastian Vettel: “Non ci andavano bene le sue richieste – ha concluso Marko. Avevamo già all’epoca il nostro programma junior e abbiamo preferito puntare sui nostri piloti”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati