Formula 1 | Alonso non pensa alla vittoria a Miami: “Ci vorrebbero i ritiri di Verstappen e Perez”

"E' un sogno difficilissimo da realizzare: concentriamoci sulla Mercedes e sulla posizione in campionato", ha aggiunto l'asturiano

Formula 1 | Alonso non pensa alla vittoria a Miami: “Ci vorrebbero i ritiri di Verstappen e Perez”

GP MiamiFernando Alonso partirà dalla prima fila nel Gran Premio di Miami. Un risultato certamente inaspettato alla vigilia, ma i problemi avuti da Verstappen e Leclerc hanno sicuramente favorito l’Aston Martin, storicamente non così competitiva al sabato ma molto più forte la domenica. Scattare così avanti quindi mette lo spagnolo in una posizione di assoluto livello per la lotta al podio, ma guai a pensare alla vittoria, perché Max prima o poi arriverà, mentre Perez sarà molto difficile da sfidare, se non impossibile.

“Non ci aspettavamo sicuramente di essere in prima fila – ha ammesso Alonso in mixed zone. Al massimo pensavamo a un quinto o sesto posto, quindi è sicuramente un buon sabato per noi. Normalmente siamo più forti la domenica, quindi speriamo di fare un’altra bella gara. Per ora cerchiamo di consolidare la nostra posizione nel campionato costruttori, è la nostra priorità. La Mercedes, che è la rivale più vicina è un po’ indietro, mentre la Ferrari è stata veloce nelle ultime due gare ma al momento è ancora dietro, e se dovesse passare la Mercedes allora ci concentreremo sulla Rossa”.

“Verstappen arriverà, lo fa in tutte le gare e penso che lo farà anche qui: per loro non è complicato correre fuori dalla traiettoria ideale, nello sporco, e il DRS per la Red Bull non sarà mai corto, passano con molta facilità. Certo, speriamo che Max abbia qualche difficoltà in più, ma non penso si possa pensare a qualcosa in più del podio, perché per sognare la vittoria c’è bisogno del doppio ritiro di Verstappen e Perez, e forse è un sogno troppo irrealizzabile”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati