F1 | Pirelli, due scelte differenti per Stiria e Austria

"Sarà interessante vedere come i team lavoreranno con la C5", ha detto Mario Isola

F1 | Pirelli, due scelte differenti per Stiria e Austria

In Austria, dove si correranno la seconda e la terza gara della prima tripletta consecutiva di Gran Premi dell’anno la Pirelli ha optato per due nomination diverse di mescole, come già avvenuto anche l’anno scorso a Silverstone. Per la prima gara al Red Bull Ring ci saranno C2, C3 e C4 rispettivamente come hard, media e soft. Invece per il Gran Premio d’Austria, che si disputerà il fine settimana successivo sulla stessa identica pista avremo C3, C4 e C5, ossia la combinazione di mescole più morbide della gamma Pirelli. La scelta di optare per due nomination distinte è stata fatta per aggiungere una componente che possa differenziare le due gare, dal momento che l’introduzione della mescola più morbida per il secondo weekend potrebbe portare a qualche variazione strategica.

Il Red Bull Ring è un tracciato corto ricco di su e giù, con un giro molto veloce e piuttosto breve caratterizzato da un susseguirsi di curve e diverse salite e discese. Nonostante ciò, non risulta essere particolarmente impegnativo per i pneumatici, ecco perché è possibile utilizzare la mescola più morbida della gamma. Dato il giro breve di 4,3 chilometri con 10 curve, il traffico è spesso un problema, e questo è un fattore importante quando si tratta di gara e soprattutto di strategia per la qualifica. A causa del giro corto e molto veloce, i divari di prestazioni tra le mescole tendono ad essere piuttosto ridotti. La maggior parte delle curve sono a destra, ma le due più impegnative sono in realtà a sinistra e questo significa che gli pneumatici sono scarichi e relativamente freddi quando devono affrontarle.

La prima doppietta di Gran Premi sullo stesso circuito quest’anno significa che i team avranno molti dati e opportunità per massimizzare il potenziale degli pneumatici, specialmente durante il secondo fine settimana. Di conseguenza, i team si concentreranno soprattutto sulla C5 quando si tratterà di prepararsi per il Gran Premio d’Austria. In passato, sulla carta, questa è stata una gara ad una sola sosta, a parte le occasioni in cui una Safety Car ha indotto i piloti a effettuare un ulteriore pit stop. E così dovrebbe essere anche per il Gran Premio della Stiria, ma la nomination più morbida una settimana dopo potrebbe spingere le squadre a una doppia sosta.

“Ancora una volta, dopo l’anno scorso, l’Austria ospita due gare consecutive – ha detto Mario Isola, responsabile Car Racing e Formula 1 di Pirelli – quindi i team hanno molti dati su questa pista e una esperienza recente di come affrontare le sue particolari sfide e delle strategie che si possono adottare. Tuttavia, avere due diverse nomination è una novità per il Red Bull Ring, quindi sarà interessante vedere come i team prenderanno confidenza con la mescola soft C5 per il secondo weekend di gara e come questa scelta influenzerà le strategie per dare vita ad opportunità diverse rispetto al Gran Premio della Stiria”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati