F1 | Barcellona pronta ad ospitare un GP a porte chiuse

Fontsere: "Disponibili a questo scenario, ma vogliamo garanzie per il futuro"

Barcellona apre allo svolgimento di una gara a porte chiuse
F1 | Barcellona pronta ad ospitare un GP a porte chiuse

Tramite un’intervista rilasciata ai microfoni di Soymotor, Joan Fontserè ha parlato dello svolgimento del Gran Premio di Spagna, sottolineando come gli organizzatori siano pronti a recuperare la gara nel corso dei prossimi mesi e con “sole” tre settimane di preavviso.

Secondo il Direttore del circuito spagnolo, Barcellona sarebbe pronta a mettere sul piatto il proprio impegno decennale nel Circus, garantendo a Formula 1, team e Liberty Media un fine settimana mondiale a tutti gli effetti, ovviamente da svolgersi a porte chiuse.

Il prezzo di tutto ciò? La garanzia di un contratto a costi “ridotti” per le stagioni 2021, 2022, 2023 e 2024. Una richiesta alta, ma che Chase Carey e Ross Brawn valuteranno attentamente nel corso delle prossime settimane.

“Con i vertici della F1 abbiamo parlato di diversi scenari e abbiamo dato la disponibilità ad organizzare una o più gare a porte chiuse con appena tre settimane di preavviso”, ha affermato il Direttore del circuito catalano. “Sul piatto possiamo mettere un’esperienza trentennale di corse, una logistica consolidata per i team e il clima che ci garantisce un’ampia finestra temporale per ospitarle”.

Sulla mancanza degli introiti collegati alla vendita dei biglietti ha aggiunto: “La rinegoziazione della quota da versare alla F1 può pareggiare i conti per quanto riguarda il circuito, ma in ogni caso la perdita dell’indotto non può essere in alcun modo cautelata”.

“Per questo di fronte alla nostra disponibilità chiediamo a Liberty Media un impegno con Barcellona a medio o lungo termine per quanto concerne le edizioni 2021, 2022, 2023 e 2024″, ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati