F1 | Alfa Romeo, Vasseur: “Stagione intensa, la stanchezza si fa sentire”

"La tentazione sarebbe quella di pensare al 2021, ma non possiamo sottovalutare le ultime tre gare", ha aggiunto

F1 | Alfa Romeo, Vasseur: “Stagione intensa, la stanchezza si fa sentire”

La stagione dell’Alfa Romeo Racing non è stata certamente positiva. Solo 8 punti in classifica costruttori finora, il che vuol dire che al momento il team di Hinwil si trova in ottava posizione a tre gare dalla fine del mondiale. Nella seconda parte del 2020 Raikkonen e Giovinazzi hanno avuto sotto ai rispettivi sederi delle vetture certamente migliorate rispetto alla primissima fase del campionato, ma il lavoro da fare è ancora tantissimo in vista della prossima stagione. La Haas, nona in classifica è a soli cinque punti di distanza, ma non dovrebbe rappresentare un grossissimo pericolo, anche se una piccola variazione della routine di questa stagione potrebbe stravolgere la parte bassa della classifica, senza dimenticare una Williams ancora a secco e che farà di tutto, specialmente con Russell per tentare di avvicinarsi quantomeno al team statunitense.

“Eccoci all’ultimo trittico della stagione, tre gare cruciali dove daremo il massimo – ha detto Fred Vasseur, team principal dell’Alfa Romeo Racing. Dopo un anno così intenso, la stanchezza inizia a farsi sentire, e con la prossima stagione alle porte la tentazione sarebbe quella di pensare già al futuro e lasciar perdere il nostro obiettivo per il 2020, ma non possiamo sottovalutare il compito che ci aspetta nelle ultime tre gare. In Turchia, con Kimi e Antonio in top ten in qualifica abbiamo dimostrato i nostri miglioramenti della seconda parte della stagione, andando a punti una volta su due, questo ci dà fiducia. In Bahrain solitamente assistiamo a delle belle gare e il nuovo layout per la prossima settimana è come un salto nel buio per tutti. Dobbiamo prepararci a qualsiasi evenienza, inclusa una qualifica molto complicata su un tracciato molto breve, ma sono sicuro che saremo pronti per l’occasione”.

Leggi altri articoli in Alfa Romeo Sauber

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati