F1 | Red Bull, Chris Horner: “Gran gara di Max. Daniel ha dovuto gestire le gomme”

"Ottimo lavoro dei ragazzi, la strategia ci ha permesso di superare Vettel"

F1 | Red Bull, Chris Horner: “Gran gara di Max. Daniel ha dovuto gestire le gomme”

Bel risultato per la Red Bull nel Gran Premio di Singapore. Max Verstappen, dopo una qualifica straordinaria è riuscito a riprendersi la seconda posizione dopo il sorpasso iniziale di Sebastian Vettel in partenza. L’olandese a un certo punto ha avuto anche l’opportunità di attaccare Hamilton, ma i doppiati che prima lo hanno aiutato, non gli hanno permesso di impensierire a dovere il campione del mondo inglese. Meno bene invece Ricciardo, solo sesto dopo una gara a elastico nel tentativo di superare Kimi Raikkonen.

“Max ha fatto una grande gara oggi per finire dietro Lewis – ha detto Chris Horner – ottenendo il nostro nono podio consecutivo a Singapore. Nel primo giro si è dovuto arrendere a Seb nel ruota a ruota dopo il rettilineo, ma dopo quel momento siamo riusciti grazie alla strategia a superare nuovamente la Ferrari al pit-stop, mettendo Max in condizione di battagliare con Seb in uscita dai box. Da quel momento in poi Max ha provato a mettere pressione a Lewis, ma lui aveva sempre qualche decimo in tasca”.

“Daniel ha mantenuto la sua posizione iniziale – continua il team principal della Red Bull – ma la sua gara è stata condizionata dalla gestione delle gomme, cercando di andare più lungo possibile nel primo stint per avere al meglio lo pneumatico UltraSoft nella seconda parte di gara. Nonostante abbia fatto registrare giri veloci, prendendo di fatto Raikkonen e Bottas, era impossibile avvicinarsi abbastanza per sorpassare, ed è stato frustrante rimanere in sesta posizione. Incoraggiante portare entrambe le macchine al traguardo per la prima volta dal Gran Premio di Francia. E’ stato un weekend duro nel garage, con tutti i nostri ragazzi e i tecnici della Renault a lavoro per cercare di risolvere i problemi di guidabilità delle monoposto”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati