Gli pneumatici Pirelli Formula 1 per il 2012

Gli pneumatici Pirelli Formula 1 per il 2012

Pirelli rinnova per il Mondiale 2012 tutte le soluzioni da asciutto e presenta una versione modificata dello pneumatico da bagnato. Resta inalterata solo la intermedia, Cinturato Verde. Le caratteristiche degli pneumatici richieste dalle Scuderie per il 2012 sono in continuità con lo scorso anno: gomme che permettano gare movimentate, con due o più cambi per Gran Premio, e che favoriscano un’ ampia gamma di strategie. L’evoluzione delle gomme Pirelli per il 2012 tiene conto dei cambiamenti regolamentari introdotti dalla FIA relativi agli scarichi soffiati.

La gomma diventa quadrata
Il primo campo d’intervento ha riguardato la definizione di un nuovo profilo. Pur mantenendo l’identica struttura dello scorso anno, le coperture che equipaggeranno le monoposto del Campionato 2012 avranno, infatti, una forma più squadrata, con angoli meno smussati, al fine di migliorarne il livello di usura, in particolare sulle spalle. I nuovi profili anteriore e posteriore sono stati progettati per distribuire in modo più uniforme le pressioni sotto l’area di impronta. Tale modifica, ottimizzando le pressioni e le temperature su tutta la superficie di appoggio, e’ finalizzata a ridurre il rischio di blistering e a distribuire il consumo su un’area più ampia e uniforme del battistrada, allungando la durata delle prestazioni massime dello pneumatico ma non la durata complessiva della gomma in termini di giri. Grazie a queste caratteristiche, il profilo smussato, inoltre, offre un maggiore grip al posteriore, compensando cosi’ la riduzione di carico aerodinamico determinata dalle novità sugli scarichi soffiati.

Addio vecchia hard
Il Campionato 2012 vedrà il debutto di nuove mescole, tutte modificate rispetto allo scorso anno, ad eccezione di quella supersoft, evoluta nel solo profilo. In linea generale gli pneumatici 2012 saranno più morbidi e più prestazionali rispetto ai prodotti dello scorso anno. L’ammorbidimento delle mescole è stata resa possibile dal cambiamento del profilo della gomma e ha come obiettivo quello di ridurre il divario prestazionale tra le diverse soluzioni, oltre ad offrire un maggior grip contribuendo ulteriormente a compensare il minor carico aerodinamico delle vetture. Se nel corso della stagione 2011 si è assistito a differenze tra i 1”2 e 1”8 nei tempi sul giro tra le diverse mescole, l’intento di quest’anno e’ quello di scendere sotto il secondo, tra i 6 e gli 8 decimi.
Tali caratteristiche, unite a un degrado differenziato tra le diverse tipologie di mescola, ampliano la possibilita’ dei Team di adottare strategie diversificate e inedite durante la gara.

P Zero sull’asciutto, Cinturato se piove
Le novità 2012 riguarderanno anche le denominazioni e i colori degli pneumatici. Le due mescole da bagnato prendono il nome di Cinturato e si distingueranno in Wet, caratterizzati da banda blu, e Intermedie, riconoscibili dal logo verde.
Le mescole da asciutto, che continueranno a mantenere la denominazione P Zero, riproporranno invece i colori dello scorso anno: grigio scuro per la mescola dura; bianco per la mescola media; giallo per la mescola morbida; rosso per la mescola supermorbida. Gli pneumatici di entrambe le linee, P Zero e Cinturato, sono state rese più riconoscibili dal pubblico grazie alle bande di colore piu’ larghe impresse sui fianchi.

Gli pneumatici Pirelli Formula 1 per il 2012
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Eventi

Lascia un commento

2 commenti
  1. Davide

    26 gennaio 2012 at 17:03

    chissà, almeno le gomme, per quest’anno, potranno essere una delle uniche cose buone, dopo i nuovi regolamenti…

  2. angelo 84

    26 gennaio 2012 at 19:32

    dicono che saranno 1.5 più veloci mah

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati