Ferrari: A Maranello subito al lavoro in vista di Singapore

Montezemolo fa il punto con Domenicali

Ferrari: A Maranello subito al lavoro in vista di Singapore

Non c’è tempo di tirare il fiato in questa serratissima stagione di Formula 1, la più lunga nella storia di questo sport. Tornata a Maranello nella tarda serata di ieri, la squadra è già al lavoro per preparare nei minimi dettagli il prossimo appuntamento, in programma domenica 23 settembre sul tracciato cittadino di Singapore. Stamattina il Presidente Luca di Montezemolo ha avuto un lungo incontro con il Team Principal Stefano Domenicali sia per fare il punto sull’immediato – il rush finale del campionato – sia per discutere più a medio termine, esaminando quindi i piani di sviluppo e di rinnovamento della Scuderia su tutti i fronti.

Per la Scuderia Ferrari il weekend Gran Premio d’Italia è stato come un viaggio sulle montagne russe. E’ stato un susseguirsi di emozioni, difficoltà, delusioni, speranze e, alla fine, soddisfazione per un risultato di squadra che, complessivamente, è stato il migliore della giornata e per una situazione di classifica nei due campionati che da un lato – quello Piloti – è tornata più o meno al punto in cui era arrivata prima della pausa estiva (ma con due Gran Premi in archivio), dall’altro – quello Costruttori – si è pienamente riaperta grazie soprattutto allo zero della Red Bull e ai problemi di affidabilità che hanno afflitto anche gli altri contendenti per il titolo.

Proprio il duello con una delle Red Bull, quella di Sebastian Vettel, è stato uno dei momenti salienti della corsa di Fernando ieri pomeriggio. “E’ stato un duello duro e credo che la decisione degli Steward sia stata giusta, soprattutto alla luce del chiarimento che era stato emesso dalla FIA dopo lo scorso Gran Premio del Bahrain” – ha detto Domenicali a www.ferrari.com – “Sono altrettanto sicuro che Sebastian non aveva alcuna intenzione di mettere a repentaglio la corsa di Fernando: il tedesco è un pilota deciso ma corretto.”

“Questa sarà una settimana molto intensa perché ci sarà anche l’impegno in pista a Magny-Cours, dove è in programma la sessione dedicata ai giovani piloti” – ha proseguito il capo della Scuderia di Maranello – “Per noi ci saranno Jules Bianchi e Davide Rigon che si alterneranno al volante della F2012. Una delle priorità del test sarà il lavoro di affinamento della correlazione fra il simulatore e la pista, un aspetto cruciale della Formula 1 di questi anni.”

Se in Francia, dove la Formula 1 mancava da oltre quattro anni, torna a farsi sentire il rombo dei V8 a Maranello prosegue incessante il lavoro al simulatore e sui banchi prova. A calarsi nell’abitacolo della struttura costruita all’interno della Gestione Sportiva sarà domani Sergio Perez, a Maranello secondo quanto previsto da mesi nel suo programma di attività come pilota della Ferrari Driver Academy, mentre giovedì e venerdì toccherà a Felipe Massa proseguire nel lavoro di sviluppo “virtuale” della F2012.

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

26 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati