F1 | Williams, Robson: “George aveva un buon ritmo a Sochi”

"Siamo riusciti a tenere testa ai piloti dietro nei primi giri, ci hanno reso la vita difficile", ha aggiunto

F1 | Williams, Robson: “George aveva un buon ritmo a Sochi”

La Williams ha conquistato un punto nel Gran Premio della Russia. Ottima prova del team di Grove, anche se un po’ di rammarico c’è visto come erano andate le qualifiche, con Russell in grado di conquistare la seconda fila e mantenere la terza posizione in gara per diversi giri. Dopo il pit stop il ritmo della vettura si è dimostrato essere inferiore, ovviamente, di quello di McLaren, Aston e soprattutto Mercedes, ma con la chiamata giusta ai box e un po’ di sofferenza alla fine il decimo posto è arrivato. Male Latifi, a muro nelle fasi finali e successivamente costretto al ritiro.

“Speravamo di resistere là davanti, ma sapevo che le vetture dietro avrebbero reso la nostra gara difficile – ha detto Dave Robson, capo delle performance della Williams. Partenza buona ma non siamo riusciti a prendere la prima posizione alla seconda curva, era quello che speravamo accadesse. Tuttavia George ha avuto un buon ritmo e ha mantenuto la terza posizione senza che i primi due scappassero troppo. Sulle dure lui ha fatto un altro lavoro fantastico, e con l’asciutto eravamo pronti a tagliare il traguardo a punti. La pioggia rappresentava però un’occasione per George e abbiamo deciso di andare sulle intermedie. Purtroppo però avevamo solo gomme usate e quindi abbiamo faticato per tenere il decimo posto”.

“Siamo comunque riusciti a prendere la zona punti, è la giusta ricompensa per quanto fatto dal team: peccato per il ritiro di Nicholas causato da un incidente su pista scivolosa. Fino a quel momento stava andando molto bene e il passo era ottimo. La sua penalità in griglia gli ha impedito di stare in lotta per la zona punti. E’ sempre impegnativo correre a Sochi, siamo contenti di quanto fatto in un weekend dove avremmo dovuto soffrire. Il team ha lavorato bene e i due piloti hanno mostrato un ottimo passo. Questo punto ci avvicina all’Aston Martin e limita i danni nella nostra battaglia con l’Alfa Romeo”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati