F1 | Ferrari, Sainz: “Il nostro obiettivo è riuscire a battere tutti”

Carlos ha parlato alla vigilia di un GP di Spagna per lui speciale

F1 | Ferrari, Sainz: “Il nostro obiettivo è riuscire a battere tutti”

E’ chiaro che per Carlos Sainz quello di Barcellona non è un fine settimana come gli altri. Il pilota spagnolo correrà infatti per la prima volta il GP di casa al volante della Ferrari, e la cosa lo emoziona particolarmente, perché per certi versi è il coronamento di un sogno che parte da lontano. Un GP speciale quindi, ma anche e soprattutto l’occasione di mettersi alle spalle la brutta domenica di Portimao.

Carlos vorrebbe già portare la Ferrari davanti a tutti, è un pilota estremamente meticoloso e ambizioso, che si sta rapidamente adattando alla monoposto e agli automatismi della sua nuova squadra. Al contempo lo spagnolo è consapevole che per vedere una Rossa al vertice servirà ancora del tempo, consapevole che questo è un anno di apprendimento e transizione.

“Non c’è dubbio che Barcellona per me sia speciale: è la gara di casa e la più importante dell’anno. Qui vuoi fare bene, anche se senza il pubblico è diverso. Non può essere lo stesso e alla fine quelle sensazioni speciali non le hai del tutto. Quando sogni da piccolo il futuro da pilota, immagini la carriera in Ferrari, immagini di correre in casa sulla Rossa, con le bandiere rosse e il Cavallino… Ma tutto questo stavolta non c’è e non sono contento. Speriamo che possa cambiare tutto l’anno prossimo – le parole di Carlos Sainz rilasciate nel suo intervento a Sky Sport 24 – Ho conosciuto Alonso qui a Barcellona quando avevo dieci anni, nel 2005. E qui ho poi ho conosciuto anche Todt e Michael Schumacher. Qui praticamente ho conosciuto la F1. Ho sempre sognato di correre su questa pista con Fernando e 15 anni dopo sono qua. Ma, ripeto, questo mio esordio a Barcellona con la Ferrari sarebbe stato speciale con il pubblico. Tra Fernando e Charles in questo GP preferirei stare davanti a Fernando, Charles dopotutto è il mio compagno di squadra”.

Il pilota madrileno ha ribadito che la Ferrari ha l’ambizione di tornare a dettare il passo: “Tutti noi nel team vogliamo finire davanti agli altri e soprattutto sappiamo di essere la Ferrari. Quindi vogliamo e dobbiamo battere tutti. Alpine era forte in Portogallo, ma noi vogliamo essere davanti. Così come vogliamo essere davanti alla McLaren, e anche alla Mercedes e alla Red Bull, però sappiamo che per puntare decisi alla vittoria dobbiamo aspettare, almeno per quest’anno”.

Sainz, particolarmente brillante con al volante della SF21 a Imola, è sembrato il pilota che meno ha pagato il cambio di team rispetto ad esempio a colleghi come Ricciardo o Vettel:

“Ci sono tanti piloti che hanno cambiato squadra quest’anno. Io sto cercando di abituarmi il prima possibile, ma servono un po’ di gare, si tratta di fare esperienzaha aggiunto lo spagnolo E’ un processo abbastanza lungo, ne sono consapevole perché è la quarta squadra per cui corro.. Ogni macchina richiede uno stile diverso, e la Ferrari ha il suo. Ha le sue particolarità, intendo. E poi bisogna anche adattare la monoposto a quelle che sono le tue prerogative, dall’assetto al sedile. Ci vuole tempo a comprendere nel complesso il funzionamento di una nuova vettura, in quest’ottica il lavoro del venerdì è molto importante perché puoi sbagliare e trovare il limite”. 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati