Raikkonen sale sul podio in Germania dopo la penalizzazione di Vettel

Il finnico: "Bello il podio, ma avremmo preferito ottenerlo in pista"

Tra i grandi recuperi visti al GP di Germania come non citare quello del finlandese, che con la Lotus parte 10° e chiude 3° grazie alla penalità di Vettel. Giornata terribile invece per Grosjean
Raikkonen sale sul podio in Germania dopo la penalizzazione di Vettel

Kimi Raikkonen grazie alla penalizzazione di 20” di Sebastian Vettel in seguito al sorpasso irregolare su Jenson Button guadagna una posizione e da quarto chiude sul podio, il 66° della sua carriera.

“E’ bello avere un altro podio, ma ovviamente avremmo preferito ottenerlo in pista”, ha detto Raikkonen dopo la notizia. “Detto questo penso che abbiamo fatto del nostro meglio oggi dalla posizione di partenza. Forse, se avessimo trovato il passo un po’ più sul bagnato ieri, avremmo potuto iniziare più in alto, evitare il traffico e spingere i leader, ma è ciò che dobbiamo prendere. Speravamo in un ritmo migliore, ma la vettura ha funzionato bene per tutta la gara e abbiamo ancora portato a casa alcuni buoni punti per la squadra quindi ci sono alcuni aspetti positivi da seguire per la prossima gara”. Il risultato ha permesso di muoversi Raikkonen al quarto posto in campionato con 98 punti.

Romain Grosjean invece ha chiuso al 18° posto un weekend tutto da dimenticare: “Eravamo indietro fin dall’inizio, dopo la penalità di ieri nulla è andato bene nemmeno oggi”, ha commentato il francese. “E’ stato un peccato perché ho ​avuto al via una buona partenza e ho guadagnato alcuni posti alla prima curva, poi sul rettilineo c’è stato un contatto e a quel punto la gara è stata praticamente rovinato per me. Non so esattamente cosa sia successo, ma la mia auto è stata gravemente danneggiata con l’ala anteriore rotta e una foratura. Dopo svariati secondi sono riuscito a tornare ai box e tutto era compromesso. Non vuoi mai avere questo tipo di week-end, ma succedono. Ci farà pensare che la prossima gara sarà migliore”, ha concluso il transalpino.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

14 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati