Perez: “Felicissimo per la grande rimonta”

Il messicano della Sauber chiude sesto a Hockenheim

La Sauber ha dimostrato un ottimo passo malgrado Perez abbia dovuto lottare con un problema alle gomme nel primo stint di gara
Perez: “Felicissimo per la grande rimonta”

Il GP di Germania 2012 verrà ricordato per tre cose: la grande vittoria di Fernando Alonso, le penalità inflitte in qualifica e in gara e le grandi rimonte. Tra i piloti protagonisti degli ultimi due eventi c’è il messicano della Sauber Sergio Perez: partito 17° dopo essere stato penalizzato in qualifica, ha chiuso al sesto posto.

“Sono davvero felice per tutti noi del team che abbiamo recuperato dopo aver avuto una brutta qualifica”, ha spiegato il 21enne latinoamericano. “Abbiamo mostrato un forte ritmo in gara. Tuttavia, la mia strategia è stata un po’ compromessa perché ho dovuto fare il mio primo pit-stop un po’ prima del previsto. Ho sentito qualcosa di strano sul lato sinistro della vettura, forse era una foratura, ma non so ancora cosa fosse. Questo ovviamente ha significato che abbiamo dovuto estendere lo stint centrale più in là e ho finito con le gomme molto usurate”.

Ma per il messicano vale lo stesso discorso fatto per il compagno di squadra Kamui Kobayashi, che ha chiuso quinto ma che per effetto della penalizzazione di Sebastian Vettel, ha terminato quarto: con una migliore qualifica dove sarebbe arrivata questa Sauber? “Il team ha fatto un ottimo lavoro oggi e questo ci darà un buon impulso per la gara della prossima settimana a Budapest, in cui speriamo di fare meglio in qualifica”, ha commentato a tal proposito Perez.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. ing. Cosimo

    22 luglio 2012 at 19:23

    caro sergio se vuoi puntare alla rossa come sogni tira devi andare sempre al massimo, anche se ci penso ora non ci vuole molto ad andar meglio di massa….

    …vergonoso 131 punti in meno del compagno di squadra..

    sta facendo una figura pessima ai miei occhi, ed aglio occhi del mondo, non ci sono scuse per un tale distacco

  2. Maria

    22 luglio 2012 at 19:33

    Bravo Perez!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati