Leclerc stronca la Ferrari, è stanco di fare pole e perdere

Il pilota monegasco frustrato per la scarsa competitività della Ferrari in gara

Leclerc stronca la Ferrari, è stanco di fare pole e perdere

Evidentemente non ce la fa più nemmeno lui, a partire spesso davanti, in posizione privilegiata, ed essere risucchiato dopo poche tornate, impossibilitato a difendere quella posizione agognata da ogni pilota che si rispetti.

Charles Leclerc lo urla (alla Ferrari) in conferenza stampa, prima di gettarsi a capofitto nel fine settimana Sprint del Brasile. “Le pole sono belle, ma la verità è che non abbiamo una macchina in grado di convertire le pole position in vittorie, e per me conta quello che si fa la domenica. Preferirei vincere”.

Insomma il predestinato è stanco, non certo di essere tra i migliori al volante al sabato, l’obiettivo è sempre essere il più veloce, ma evidentemente le 22 pole con sole 5 vittorie in carriera in questi tormentati ed irresoluti anni della Rossa – con il team che incassa cazzotti e insegue, senza mai acquisire una dimensione superiore – iniziano ad essere uno di quei record antipatici, che rischiano di bollare in negativo un pilota.

Leclerc che a inizio 2022 dava il tu a Verstappen dopo un anno e mezzo è rimasto fermo a 5 trionfi, mentre il rivale-coetaneo ha raggiunto Alain Prost a 51 successi in carriera. Questo dice già molto sullo “sfogo” del monegasco.

Charles quando parte al palo, evidentemente, non è un pilota felice. Perchè è la vittima sacrificale, è sconfitto in partenza, per colpe non sue, ma di una vettura senza ritmo e troppo sbilenca con le gomme per riuscire a giocarsela con altre monoposto.

L’urlo di gioia del sabato diventa sofferenza la domenica, è come un calciatore che va ogni volta sul dischetto e sa che non trasformerà il rigore. Frustrante, quantomeno.

E Charles lo ha detto chiaro e tondo, conta la domenica, preferirebbe partire dietro ed essere cacciatore, piuttosto che facile preda. Un’altra bocciatura netta della deludente SF23.

Antonino Rendina

1.9/5 - (22 votes)
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati