Gran Premio del Brasile: Maldonado retrocesso di dieci posizioni in griglia

Alonso partirà quindi dalla settima posizione

Gran Premio del Brasile: Maldonado retrocesso di dieci posizioni in griglia

Pastor Maldonado dovra’ arretrare di 10 posizioni in griglia per il Gran Premio del Brasile dopo la penalità inflitta dai commissari per non essersi presentato ai controlli del peso nella seconda parte delle qualifiche.

Il pilota della Williams si era qualificato sesto prima della retrocessione, così scenderà al 16mo posto.

La retrocessione di Maldonado avrà un impatto sulla battaglia per il titolo di Formula 1 perchè Fernando Alonso passa dall’ottavo al settimo posto sulla griglia.

La griglia di partenza aggiornata è quindi la seguente:

Pos  Pilota                Team                   
 1.  Lewis Hamilton        McLaren-Mercedes     
 2.  Jenson Button         McLaren-Mercedes     
 3.  Mark Webber           Red Bull-Renault     
 4.  Sebastian Vettel      Red Bull-Renault     
 5.  Felipe Massa          Ferrari              
 6.  Nico Hulkenberg       Force India-Mercedes    
 7.  Fernando Alonso       Ferrari
 8.  Kimi Raikkonen        Lotus-Renault              
 9.  Nico Rosberg          Mercedes        
10.  Paul di Resta         Force India-Mercedes             
11.  Bruno Senna           Williams-Renault 
12.  Sergio Perez          Sauber-Ferrari      
13.  Michael Schumacher    Mercedes      
14.  Kamui Kobayashi       Sauber-Ferrari             
15.  Daniel Ricciardo      Toro Rosso-Ferrari       
16.  Pastor Maldonado      Williams-Renault    
17.  Jean-Eric Vergne      Toro Rosso-Ferrari   
18.  Romain Grosjean       Lotus-Renault        
19.  Vitaly Petrov         Caterham-Renault     
20.  Heikki Kovalainen     Caterham-Renault     
21.  Timo Glock            Marussia-Cosworth    
22.  Charles Pic           Marussia-Cosworth    
23.  Narain Karthikeyan    HRT-Cosworth         
24.  Pedro de la Rosa      HRT-Cosworth         

Gran Premio del Brasile: Maldonado retrocesso di dieci posizioni in griglia
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

87 commenti
  1. frosco

    24 novembre 2012 at 22:08

    Mi vergogno proprio di leggere certi commenti… Nessuna obbiettività, si tende sempre ad offendere. Ma un briciolo di sportività dov’è finita? Se Seb dovesse vincere il mondiale, non mi aggrappo a niente. L’avrà meritato e basta. Se lo vince Nando, anche lui lo avrà meritato. Punto. Non cominciamo a dire: “Eeee, ma Nando è un ladro”, “Seb è un bambino viziato”, “I mondiali si vincono col talento”, “Seb sa vincere solo con i missili”, e altre porcate simili. Nando e Seb sono due grandi piloti. Il primo più completo, il secondo assai concreto e con un piede micidiale. Anzi, vi dirò, considero Seb migliore di Hamilton. Perché ha uno stile di guida molto aggressivo, come Hamilton, ma Seb risparmia le gomme, mentre Hamilton le “brucia”. Ma non voglio sminuire il suo talento. è una mia opinione. Non ho detto niente di antisportivo. Ognuno ha il suo pensiero.

    • mister_willy

      24 novembre 2012 at 22:44

      Finalmente qualcuno che non deve per forza farcire di offese e insulti a questo e quello il proprio commento!
      Non la capisco proprio questa mania di dover sempre e per forza insultare chi ha opinioni diversa dalla nostra.
      Imparate da frosco ragazzi!

    • Dariok

      24 novembre 2012 at 23:37

      quotone, Vettel è una macchina da guerra, anche mentalmente, vista la giovane età

    • Susan

      25 novembre 2012 at 12:10

      In effetti Hamilton lo sta bastonando di brutto il tuo amico vitello. Se la Mclaren nn avesse avuto tutti quei problemi nn c’è nera x nessuno .

    • Susan

      25 novembre 2012 at 12:23

      Clamoroso ad Hockenheim! La Red Bull è sotto inchiesta da parte della FIA a poche ore dalla partenza del Gran Premio di Germania. Il delegato tecnico Jo Bauer ha messo nel mirino la mappatura del motore. Sempre lei. Secondo l’uomo di Jean Todt, la coppia massima erogata a regimi medi sarebbe inferiore rispetto a quella degli eventi precedenti. Ciò lascerebbe intuire il “solito/insolito” utilizzo dei gas di scarico con finalità (vietate) di tipo aerodinamico! Il regolamento, articolo 5.5.3 per la precisione, prevede che il motore sia nella condizione di aumentare il valore della coppia all’aumentare dei giri nel regime di utilizzo medio. In caso contrario, si può sostenere che ci siano le appena citate interferenze positive nella tanto discussa area degli scarichi e dell’aerodinamica.

  2. massi

    24 novembre 2012 at 22:15

    massa vettel alla prima curva come senna prost. segnatevelo

    • frosco

      24 novembre 2012 at 22:20

      Io spero in una gara più bella e corretta possibile. Mi dispiace soltanto vedere Schumi all’ultima gara. Grazie, Micheal, per averci regalato queste emozioni! Tu sei tornato e hai sempre faticato per arrivare sul podio, però rimani comunque una leggenda. Grazie anche per l’esempio di sportività, come feci nel 2006 quando Nando vinse il mondiale e a te non fregava niente di gufare. Questa è sportività! Grazie Micheal! Non ti dimenticherò!

      • Dariok

        24 novembre 2012 at 23:39

        e dopo Suzuka e la grigliata di motore Ferrari, è andato a stringere la mano a tutti i meccanici; chissà se qualcun altro lo farebbe
        Arrivederci Kaiser!

  3. felli gabriele

    24 novembre 2012 at 23:49

    le squalifiche a richiamo non sono regole. il regolamento o vale per tutti o non è un regolamento. quindi sorrido quando si dice che non è certo colpa di alonso e la ferrari, perchè di sicuro il team ha fatto ricorso di sicuro come lo fece contro webber. e sorrido pure quando qualcuno scrive che è stato notificato ai piloti, che non sarebbero stati tollerati altri salti di peso il regolamento viene fatto prima che inizia il campionato e se le regole sono regole devonono essere valide per tutti altrimenti scrivere chè le regole sono regole non ha nessun senso.

    • Federico Barone

      25 novembre 2012 at 09:45

      Sarebbe opportuno postare le prove del fatto che la Ferrari ha presentato un ricorso. Oppure non citare quest’eventualità come fatto certo.

      Credo anch’io che sia possibile, ma vorrei averne la certezza, prima di accusare qualcuno.

      • anonima tifosa vettel

        25 novembre 2012 at 11:43

        la Ferrari non fa mai nulla alla luce del sole,si lamenta sempre ma senza mai uscire allo scoperto.Ma dopo Abu dhabi quante prove ancora ti servono? Forse ti sei perso la notizia 😉

      • Federico Barone

        25 novembre 2012 at 14:35

        Cos’è successo ad Abu Dhabi, di tanto vergognoso? Non ne sono al corrente. Io mi riferisco al fato che – quanto faccio un’affermazione, cerco di supportarla con delle prove. Mi sembra corretto e così si dovrebbe fare, per discutere civilmente. Le insinuazioni sono negative.

  4. Federico Barone

    25 novembre 2012 at 09:42

    Ma… perchè Maldonado non si è presentato al controllo del peso? Come può capitare una dimenticanza di questo tipo? Chi lo sa?

    • Federico Barone

      25 novembre 2012 at 09:48

      Vorrei che mi si spiegasse il pollice verso. Io non ho visto le prove ed ho saputo dell’accaduto dal teletext di RTL, ieri sera (era molto tardi). Era una semplice domanda, la mia, alla quale l’articolo non dà risposta…

      Non che mi interessino i pollici versi o i voti favorevoli, so che la maggior parte puniscono l’autore, non il contenuto. 😉

      • fabry

        25 novembre 2012 at 10:00

        Il perchè non si sa,o è un’asino incredibile o avevano qualcosa da nascondere! Mi sa entrambe le cose! Lascia perdere il pollice verso del solito bambino di turno!

      • anonima tifosa vettel

        25 novembre 2012 at 11:38

        Maldonado rientrando non ha notato il richiamo di fermarsi,magari sopra pensiero puo’accadere. Se c’e’ un qualcosa di strano,sono le penalizzazioni,a uno si a uno no,a uno forse,a uno vediamo,e via dicendo.Vengono dei dubbi? Si certo,anche grandi,l’importante e’capire,se i campioni o i vincitori si decidono a tavolino,allora abbonarsi a SKY e spendere i soldi,non vale la pena.comunque rimango dell idea,che la Ferrari gioca troppo sporco,fa tutto sotto sotto,e ogni volta che le scuderie chiedono video,foto,nomi,prove,tutto si sfa come neve al sole.Prima tira il sasso poi nasconde la mano.Dopo abu Dhbi hanno trovato Domenicali che si lamentava con Todt,ma io dico.Hai prove,bene,mostrali fai una bella denuncia con nomi cognomi e prove.Poi chi sbaglia ne paga le conseguenze.PS ti ricordi cosa disse marko tempo fa sulla ferrari riguardando certe modifiche? Bene,come mai quando la Ferrari a negato e alla domanda della RB dacci le prove che siamo colpevoli,prove video e non video delle libere,e noi ti diamo le prove della vostra colpa,non si e’ fatto piu’nulla.Tutto si e’ messo a tacere,perche’?

      • anonima tifosa vettel

        25 novembre 2012 at 11:48

        PS ho letto in un altro articolo che maldonado e’ la terza volta che fa questo errore,caso strano,nessuno mai ha detto nulla.Eppure anche se vieni sgridato o ripreso comunque esce sempre la notizia maldonado sotto investigazione.

      • fabry

        25 novembre 2012 at 12:12

        non dovrebbero permettere ai bambini di scrivere liberamente senza l’ausilio di un maggiorenne!

  5. Francesco_Iceman

    25 novembre 2012 at 11:41

    solo lui riesce a guadagnare posizioni quando è in lotta per il mondiale. scandaloso dare queste penalità per far vincere qualcuno. non mi sorprenderebbe nemmeno che massa butti fuori vettel.

  6. Susan

    25 novembre 2012 at 12:00

    I bibitari a fine stagione saranno squalificati x la vettura nn conforme.

  7. Susan

    25 novembre 2012 at 12:01

    Ennesimo ladroneggio dei bibitari la Fia gli ha fatto chiudere i buchi nei freni xke’ nn conformi.
    Sempre a rubare questi qui è ?

  8. Susan

    25 novembre 2012 at 12:03

    Il vitello vincera’ questo e certo………….ma le ombre su tutte le truffe fatte con la loro auto resteranno. Un mondiale cosi meglio nn vincerlo restera’ x sempre macchiato dalle scorrettezze.

  9. Susan

    25 novembre 2012 at 12:06

    Bibitari andatevene fuori dai m………i nn siete genteda stare in f1 . Imbroglioni patentati .

  10. Susan

    25 novembre 2012 at 12:24

    Red Bull sotto inchiesta in Germania

    Probabilmente la questione sarà analizzata al termine del Gran Premio di Germania. Ciò significa che Webber e Vettel correranno con molti punti interrogativi sul fatto che il loro risultato sarà confermato dalla FIA nell’arco delle successive ore. La situazione ricorda molto quella di Montecarlo quando le lattine volanti scesero in pista con dei grossi dubbi sulla regolarità del loro fondo “bucato”. In effetti quella soluzione fu successivamente ritenuta illegale ma la vittoria conquistata sulle strade del Principato di Monaco non fu oggetto di contestazione. Con la speranza che, nel peggiore dei casi, si arrivi ad una decisione simile, il team principal Christian Horner, il direttore tecnico Adrian Newey ed il responsabile dei motori Renault forniti alla scuderia di Milton Keynes sono stati a colloquio con i commissari di Hockenheim poche ore fa. In molti fanno notare uno strano cambiamento di rotta. Fino allo scorso anno la Red Bull sfornava soluzione tecniche al limite del regolamento che facevano imbestialire i rivali poiché mai sanzionate dalla Federazione Internazionale dell’Automobile. Quest’anno, invece, sembra che non vogliano fargliene passare liscia una.

    AGGIORNAMENTO. La FIA ha deciso di limtiarsi ad una ammonizione nei confronti della Red Bull. In vista del prossimo Gran Premio, però, il regolamento sarà modificato per rendere illegale comportamenti analoghi

  11. Susan

    25 novembre 2012 at 12:25

    Questi sono i ” campioni ” del ladroneggio .

  12. Susan

    25 novembre 2012 at 12:35

    11 novembre 2012 – Attorno alle soluzioni della Red Bull, il ruolo della Ferrari e la posizione della Federazione Internazionale dell’Automobile.

    Non è il caso di citare ancora alla lettera la descrizione contemplata nel regolamento Formula 1 emanato dalla FIA. In sintesi, la Red Bull di Sebastian Vettel dopo le qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi non avrebbe potuto prendere il via, essendo stata verificata, in buona sostanza, la mancanza del quantitativo minimo di benzina. Così come la parte anteriore della Red Bull pare proprio non rispondere alle norme previste.

    Viene naturale chiedersi quale possa essere ancora il ruolo della Ferrari nel contesto delle competizioni della Formula 1 che per prestigio e presenza non ha eguali. Una Ferrari legalista, ossequiosa delle istituzioni e delle figure che governano questa discplina sportiva nella quale vanta una storia come nessun’altra scuderia e dalla quale deriva il prestigio che unito all’autorevolezza pongono il Cavallino Rampante tra gli interlocutori più ascoltati e rispettati del Circus. Oggi la Ferrari ha perso queste prerogative?

    Al momento non è dato sapere se esistano esposti o ricorsi da parte di qualche team sulla posizione della Red Bull, mentre si è a conoscenza di un forte disagio o tensione o incomprensione tra team e Fia in relazione ai fatti che stiamo considerando, fatti recenti di una lunga contesa tecnica a cavallo tra legalità e salvaguardia dello spettacolo, quella tra Red Bull e Fia.

    La Ferrari non è più ascoltata o non si fa ascoltare o accetta riconoscendo implicitamente le scelte operate dalla Fia in materia di rispetto dei regolamenti? E team di vertice come McLaren o team dalla storia tanto antica quanto prestigiosa come Mercedes, si limitano a subire insieme alla Ferrari? Il perdurare di tale situazione significa volontà di rispettare le decisioni dei commissari della Fia, ma queste sono realmente giuste e fondate o dobbiamo aspettarci una squalifica della Red Bull proprio sul finire del campionato? A una settimana dal penultimo gran premio della stagione, gli unici elementi che emergono dallo scenario apertosi con la complessa vicenda Red Bull ad Abu Dhabi, sono l’incertezza, il dubbio, la poca trasparenza che avvolgono il mondo della Formula 1 e in qualche modo intaccano il prestigio di coloro i quali testimoniano, attraverso la loro presenza, la storia delle competizioni.
    F1P |

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati