Giornata difficile per la Caterham

Tanti problemi tecnici per entrambe le monoposto

Giornata difficile per la Caterham

Venerdì tribolato per la Caterham, alle prese con diversi intoppi, che nel caso di Kobayashi le hanno praticamente azzerato le chance di svolgere il programma previsto.

“La mattinata è stata buona e anche se ho avuto qualche problema di trazione e di sottosterzo tutto sommato siamo andati via via migliorando – ha spiegato Marcus Ericsson , 17° e 20° – Nel pomeriggio sono riuscito ad accumulare un altro po’ di giri ma a causa della continua perdita di potenza del motore non ho potuto segnare un tempo significativo. In generale devo ritenermi soddisfatto perché rispetto alla prima giornata del weekend di Melbourne abbiamo compiuto passi avanti”.

“L’FP1 sembrava partito bene, ho fatto l’installation lap e poi altre tre tornate, quando ho avvertito un malfunzionamento a livello di propulsore, sono rientrato ai box e lì abbiamo scoperto che si trattava di un guasto alla batteria. A quel punto ho dovuto rinunciare al ritorno in pista per permettere ai ragazzi di sostituirla – il racconto di Kamui – La sfortuna ha però voluto che emergesse pure una perdita d’olio, di conseguenza non ho potuto disputare neppure l’FP2. Ovviamente non sono contento, ma meglio risolvere i guai in prova che ritrovarseli in corsa. Quanto fatto dal mio compagno dimostra comunque che possiamo essere affidabili”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati