F1 | Falliti i tentativi di riportare il marchio Brabham in Formula 1

La Racing Point ha deciso di non cambiare nome almeno per il 2019

F1 | Falliti i tentativi di riportare il marchio Brabham in Formula 1

In questi mesi si è molto discusso del nuovo nome della Racing Point, all’epoca Force India. I proprietari del team, tra i quali spicca il canadese Lawrence Stroll si stavano guardando un po’ attorno, ma alla fine dei giochi la nuova macchina che verrà presentata la prossima settimana a Toronto continuerà a chiamarsi Racing Point, cancellando sì ogni riferimento alla scuderia indiana ma senza dare una vera e propria impronta nel mondo della Formula 1 con un nome altisonante. Nei giorni scorsi si è parlato anche di un possibile interessamento per quanto riguarda il marchio Brabham, scuderia storica e con all’attivo due mondiali costruttori e quattro piloti (oltre ai tre conquistati in prima persona da Jack Brabham), ma il tutto sembra essere tramontato definitivamente, almeno per quanto riguarda il 2019.

“Dal punto di vista del marchio, se vi dicessi quante persone ci hanno contattato dicendoci “Compriamo una squadra di Formula 1 e vorremmo chiamarla Brabham” dovrei farvi vedere una lunga lista – ha detto David Brabham, figlio di Sir John ad Autosport. Ma indovinate, nessuno è mai stato in grado di riuscirci: all’inizio c’è ottimismo, ma dopo un po’ capisci che non succederà. Siamo arrivati al punto in cui abbiamo imparato la lezione, così da non sprecare più del tempo prezioso. Ho visto com’è andata con la Lotus (team che poi diventò Caterham, ndr), e non è così che si fa: il marchio bisogna capirlo, deve essere nel tuo DNA, e in Lotus c’era troppa confusione”.

F1 | Falliti i tentativi di riportare il marchio Brabham in Formula 1
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati