Formula 1 | Vasseur pizzica la FIA: “Non sono favorevole ai cambi di regolamento in corso d’opera”

"Lavorare così è davvero frustrante", ha affermato Vasseur

Vasseur polemico sui cambi in corsa varati dalla FIA
Formula 1 | Vasseur pizzica la FIA: “Non sono favorevole ai cambi di regolamento in corso d’opera”

In una chiacchierata concessa ai microfoni di RaceFans.net, Frederic Vasseur ha parlato dei cambi di regolamento attuati dalla Federazione Internazionale a cavallo tra il Gran Premio d’Azerbaijan e quello di Baku, oltre chiaramente la modifica alle mescole prevista da Pirelli per il Gran Premio di Gran Bretagna, precisando come per una squadra sia difficile portare avanti uno sviluppo continuo senza una stabilità nelle regole.

Secondo il Team Principal dell’Alfa Romeo, spesso nella Formula 1 moderna si finisce per cambiare le carte in corsa, aspetto che ovviamente rende estremamente complicata la vita alle squadre che dispongono di piccoli budget.

“Non sono un fan dei cambi di regolamento a stagione in corso”, ha affermato Frederic Vasseur. “Anche perché fino a questo momento ci siamo attenuti alle indicazioni della FIA senza sgarrare di una virgola. Ci siamo presentati alle verifiche per dieci volte in questa prima parte della stagione e i nostri componenti sono sempre risultati regolari. Non abbiamo mai sforato la deformazione limite degli alettoni prevista dal regolamento”.

“È nel DNA della Formula 1 sfruttare il regolamento fino al limite”, ha proseguito il team principal. “Ogni componente della squadra cerca di ottenere il massimo senza infrangere le regole. La Brawn GP, nel 2009, è riuscita a vincere nonostante le lamentele degli altri team sul diffusore soffiato. Oggi invece sembra che tutto possa cambiare dalla sera alla mattina. Lavorare così è davvero frustrante, soprattutto per un team come il nostro”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati