Formula 1 | Racing Bulls, dalla Red Bull sospensioni e cambio

Laurent Mekies: "Stiamo costruendo una nuova squadra su una base già straordinaria"

Con la nuova sponsorizzazione, l’AlphaTauri è diventata Racing Bulls, e di fatto è un po’ un ritorno alle origini, ossia quando si chiamava Toro Rosso, ma con una collaborazione che sembra essere sempre più importante con la casa madre Red Bull. La VCARB01 presentata stamattina a Las Vegas avrà alcune componenti della vettura campione del mondo in carica, ossia sospensioni e cambio, e questo ha anche influito sulla costruzione di una monoposto che ha come obiettivo quello di staccarsi dal fondo del gruppo, e se possibile lottare anche per posizioni importanti in gara. Laurent Mekies è il nuovo team principal, ex direttore sportivo della Ferrari ma già in Toro Rosso come ingegnere sin dalla sua fondazione nel 2006 prima di andare in FIA nel 2014.

“Stiamo costruendo una nuova squadra su una base straordinaria – ha detto Mekies. Abbiamo due sedi da molto tempo, ossia Faenza e Bicester, e i dipartimenti di quest’ultima base operativa, dove c’è la squadra aerodinamica insieme ad alcune funzioni di progettazione, si trasferiranno in nuove strutture a Milton Keynes. Storicamente è uno svantaggio avere due sedi, ma siamo nel 2024 e il mondo è cambiato enormemente, così come il modo in cui le persone interagiscono. Non stiamo prendendo tanto del massimo consentito dalla Red Bull, ma qualcosa di importante sì, ci sta quando fai parte della stessa società. Le normative sono chiarissime riguardo a cosa devi fare da solo e quello che puoi acquistare. Storicamente, ad esempio, è accettato il fatto che tu possa prendere il propulsore da terzi, e insieme alla power unit puoi avere anche le sospensioni, queste sono le parti principali quando decidi di affidarti altri costruttori”.

Laurent Mekies, team principal della Racing Bulls

“I regolamenti assicurano che tu faccia il resto della vettura da solo, e parlo di telaio, aerodinamica e sistemi di raffreddamento, ossia tutto ciò che influisce sulle prestazioni, questo è qualcosa che definisce i produttori e i regolamenti sono molto chiari. Siamo in una situazione nella quale c’è un proprietario di due squadre, quindi ci viene chiesto cosa possiamo condividere e stiamo esaminando le normative. Per quanto riguarda ciò che fa parte del nostro lavoro, ossia gran parte della vettura, stiamo spingendo al massimo per lottare per posizioni importanti. Ci sono dei lati negativi, ad esempio quando prendi il cambio da qualcun altro, cosa che molti team fanno, dovrai aspettare che venga progettato prima di capire dove montare i punti della sospensione, e questo influirà sulle decisioni aerodinamiche, ci sono dei compromessi da considerare”.

5/5 - (2 votes)
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Formula 1 | Alan Permane vicino all’AlphaTauri Formula 1 | Alan Permane vicino all’AlphaTauri
News F1

Formula 1 | Alan Permane vicino all’AlphaTauri

L'indiscrezione dalla Gran Bretagna: è stato per 33 anni a Enstone ed è disoccupato dallo scorso luglio
Alan Permane sembrerebbe molto vicino al ritorno in Formula 1. L’ingegnere britannico, stando alle indiscrezioni riportate dai media inglesi sta