Formula 1 | Nick Heidfeld: “Non vedo l’ora di assistere alla lotta tra Vettel e Leclerc”

"Seb deve togliersi la maschera: nel dubbio penserà più a se stesso che alla squadra, è naturale", ha aggiunto

L'ex pilota della BMW Sauber crede che Vettel possa ancora dire la sua e strappare un contratto alla Mercedes
Formula 1 | Nick Heidfeld: “Non vedo l’ora di assistere alla lotta tra Vettel e Leclerc”

Uno dei temi più caldi del mondiale di Formula 1 che sta per cominciare è certamente quello riguardante il garage della Ferrari. Da un lato abbiamo Sebastian Vettel, quattro volte campione del mondo e in rotta con la Scuderia, tanto da aver ufficializzato l’addio quasi due mesi fa al termine di quesata stagione. Dall’altro c’è l’astro nascente Charles Leclerc, al quale il team ha dato pieno supporto, il nuovo capitano ma con al fianco un pilota che da separato in casa molto probabilmente penserà più a se stesso che agli altri. La battaglia tra i due è annunciata, chissà se in pista vedremo altre scintille dopo quelle dello scorso anno, sicuramente ci sarà da divertirsi.

“Credo che Sebastian sia ancora in grado di diventare campione del mondo – ha detto Nick Heidfeld a Sky DE. E’ ancora giovane per essere un pilota: l’anno scorso ha dimostrato nella seconda parte della stagione la sua forza, ma temo che la Ferrari del 2020 non sia una vettura vincente. Durante i test di Barcellona le prestazioni non erano quelle attese da un team potenzialmente campione del mondo, ma mi piace ricevere delle sorprese. Forse la Ferrari mostrerà il suo vero potenziale soltanto domenica. Comunque, non vedo l’ora di vedere un duello tra Vettel e Leclerc: l’anno scorso Binotto non è riuscito a garantire la pace tra i due, figuriamoci lavorare insieme per ottenere il massimo dalla vettura. Quest’anno la sfida potrebbe essere ancora più aspra! Seb deve togliersi la maschera, gareggiare e ottenere risultati per mantenere vive le speranze di un contratto con la Mercedes: questo vale anche per un quattro volte campione del mondo e avrà anche un impatto nel duello con l’astro nascente della Formula 1, Charles Leclerc. Nel dubbio, Sebastian penserà a se stesso e non alla squadra: istintivamente, in una situazione del genere il pilota è egoista, è naturale”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati