Formula 1 | Domenicali: “Vogliamo mantenere il calendario da 23 appuntamenti”

"Non è una situazione semplice, ma abbiamo diversi piani in base a come si evolve la situazione", ha affermato

Formula 1, Liberty Media sta valutando diverse opzioni per mantenere inalterato il numero delle gare
Formula 1 | Domenicali: “Vogliamo mantenere il calendario da 23 appuntamenti”

Nonostante il forfait di Singapore per l’appuntamento dei primi di settembre, Stefano Domenicali non vuole portare a 22 il numero dei round mondiali previsti da giugno a dicembre. In un’intervista concessa alle colonne della BBC, il Presidente e CEO di Liberty Media ha parlato del proseguo di questo “incerto” mondiale di Formula 1, rivelando come l’organizzazione statunitense stia facendo il massimo per “garantirsi” dei piani alternativi nel caso Giappone e Australia dovessero seguire Singapore nella rinuncia dei rispettivi slot all’interno del calendario mondiale.

Secondo quanto dichiarato dal Manager italiano, l’intenzione di Liberty è quella di confermare il numero dei Gran Premi stagionali (23), aspetto che potrebbe spingere gli statunitensi, di come accordo con i team, a cercare delle alternative come accaduto lo scorso anno. Sul tavolo, ricordiamo, ci sarebbe il ritorno al Mugello, fortemente interessato al week-end subito dopo quello di Monza, e una doppia trasferta negli Stati Uniti, con Austin che farebbe da antipasto al gran ritorno di Indianapolis all’interno del calendario. Da non sottovalutare inoltre una seconda gara in Bahrain, ovviamente da svolgere sul lay-out esterno della pista, già utilizzato nel 2020.

“Abbiamo promesso ai tifosi un calendario da 23 gare ed è nostra intenzione mantenere la parola data”, ha affermato Stefano Domenicali. “Non è una situazione semplice, ma abbiamo diversi piani in base a come si evolve la situazione. Sarebbe facile dire che siamo già pronti ad annunciare il sostituto di Singapore, ma ci sono altri appuntamenti da confermare, come ad esempio il Giappone, visto che su Suzuka avremo delle notizie solo dopo le Olimpiadi di Tokyo. Per l’Australia avremo invece qualche novità in più alla fine del mese. Stiamo preparando diverse combinazioni. E’ una situazione complessa, ma per la Formula 1 si tratta di una bella sfida da vincere”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati