F1 | Russell spara a zero contro il GP di Turchia: “La Formula 1 non è caos”

"Per caos e carneficine ci sono altri sport da seguire", ha tuonato l'inglese

Russell ha criticato aspramente l'asfaltatura dell'Istanbul Park
F1 | Russell spara a zero contro il GP di Turchia: “La Formula 1 non è caos”

In una chiacchierata concessa ai media britannici, George Russell ha sparato a zero contro l’ultimo Gran Premio di Turchia, 14° appuntamento di questo mondiale 2020 di Formula 1, sottolineando come il caos e la “carneficina” di piloti non rientri nel DNA della Circus.

Secondo il britannico, l’asfaltatura dell’Istanbul Park ha generato situazioni di guida davvero al limite, aspetto che ha penalizzato non solo il lavoro delle squadre, ma anche la performance dei piloti. Una condizione non accettabile per uno sport che si considera al vertice.

“Il GP di Turchia? Se vuoi il caos e la carneficina, con i piloti che sembrano degli autentici idioti, ci sono altre categorie da seguire e apprezzare”, ha affermato Georgre Russell. “Di certo questo non è lo spirito della Formula 1. Qui ci sono i piloti e le auto migliori, gestite da squadre al top in termini di organizzazione. Tutti vanno in pista con l’obiettivo di mostrare il proprio potenziale e questo fine settimana non è andata così”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati