F1 | Hamilton, ma perché non ti ritiri?

La pantomima per il rinnovo è noia che si aggiunge alla noia

F1 | Hamilton, ma perché non ti ritiri?

Lewis Hamilton è capace di ammazzare la F1 anche quando non domina ogni maledetta domenica. E no, per chi si fosse già sentito offeso, non è un articolo contro Hamilton, il quale è tra i pochissimi eletti della storia della massima categoria che si contendono il “titolo” di più grande di tutti i tempi.

GOAT o no Lewis è in ogni caso un fuoriclasse, ma tutta questa pantomima, questo mistero, questa presunta o vera incertezza sul suo 2021 non sono meno stucchevoli, ridondanti e, appunto, meno noiosi, di quando vince i GP alla prima curva salutando la compagnia.

Il problema di fondo è che per lo spettacolo, per vedere qualcosa di diverso, per uscire da un canovaccio scritto, scontato fino alla nausea, sarebbe meglio se Hamilton lasciasse adesso. Dopotutto a regolamenti di fatto congelati, nonostante i soliti proclami della Red Bull che si risolveranno come sempre in un nulla di fatto, tutti sappiamo che il 2021 è un prolungamento sportivo del 2020, o poco più.

Con il risultato che (verosimilmente, dando per accreditata l’ipotesi rinnovo) Sir Luigino di Inghilterra vincerà in carrozza l’ottavo titolo e altri dieci, undici, GP. Numeri e trionfi inflazionati, sempre uguali a se stessi, per arrivare al dei record dei record. Si ma a che pro? Hamilton non deve dimostrare nulla, la Mercedes nemmeno.

Chi lo considera il più grande di sempre non ha bisogno dell’ennesimo mondiale vinto contro l’irresistibile Bottas; chi non lo considera il più grande non cambierà certo idea per l’ennesimo mondiale vinto contro il fantastico Bottas. Racconteremo uno spettacolo già visto facendo finta emozionarci.

Ecco perché Sir Hamilton potrebbe davvero fare un gesto di rottura, mettendo lui stesso fine a questo “Ricomincio da capo” in salsa automobilistica, dove ogni giornata di gara è una fotocopia di quella precedente. Lewis non rinnovare, regalaci una emozione superiore alle tue vittorie; molla il sedile e dai tu inizio, con il tuo addio, a quel cambiamento necessario per non farci più addormentare davanti alla tv.

Tanto la Mercedes vincerebbe comunque, ma almeno vedremmo un volto nuovo, quello di George Russell, potendo così raccontare una nuova storia. Perché questa è davvero letta e riletta. E se dobbiamo fare i diplomatici potremmo abbandonarci alla retorica dei numeri e dei record. Ma se dobbiamo essere sinceri, non vediamo l’ora di vedere un cambio al vertice. Lewis, fai un regalo alla F1, finiscila qui, che davvero non c’è più nulla da dire.

Antonino Rendina  


Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

4 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati