F1 | Calendario 2021, per la FIA sarà un altro anno di convivenza con il Coronavirus

"La FOM sta cercando di stilare un calendario "normale", ma ci sono troppe domande senza risposta", ha detto Bruno Famin

F1 | Calendario 2021, per la FIA sarà un altro anno di convivenza con il Coronavirus

La Formula 1 e la FIA stanno lavorando per stilare il calendario 2021. La grossa questione a tenere banco è se la lista delle gare del prossimo anno potrà essere più o meno normale, oppure se bisognerà attingere a circuiti “straordinari”, come accaduto nel 2020 per poter consegnare un mondiale con un numero di eventi accettabile. Dal lato Federazione, nelle parole riportate su AS da parte di Bruno Famin, direttore delle operazioni della FIA e quest’anno supervisore del protocollo sanitario, di fatto colui che tiene sotto controllo il virus nel Circus e mette in grado la Formula 1 di andare avanti in situazioni del genere, c’è il rischio che anche il 2021 possa essere sulla falsariga del mondiale che stiamo vivendo oggi, visto il numero di contagi.

“Finora abbiamo avuto alcune situazioni difficili, ma le abbiamo gestite senza interrompere le nostre operazioni – ha detto Famin. Il rischio zero non esiste, quindi potrebbero esserci problemi nelle ultime gare, dobbiamo rimanere vigili. Nella maggior parte dei paesi è in corso un dibattito sull’opportunità o meno di disputare le gare di Formula 1 o eventi del genere, ma al momento il nostro protocollo funziona, è stato dimostrato, quindi non c’è motivo per non completare il calendario di quest’anno”.

Sul 2021, Famin resta cauto: “Sarà difficile, ma non sappiamo quanto. Il virus è ancora con noi, è dappertutto: finché non avremo un vaccino efficace per tutti avremo dei problemi. I test miglioreranno, così come i trattamenti e le cose quindi potrebbero essere più semplici l’anno prossimo, o quantomeno è quello che speriamo tutti, ma siamo convinti che sarà un altro anno di convivenza con il virus. Non ho dubbi sul fatto che la FOM stia lavorando per un calendario “normale”, ma ci sono molte domande senza risposta al momento, è troppo presto per fare delle previsioni. Molte persone sperano che la situazione possa migliorare, ma l’unica cosa che sappiamo, purtroppo, è che il virus continuerà a vivere”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati