F1 | Alfa Romeo Sauber, Ericsson: “Ho sacrificato la mia gara per Leclerc, ero furioso in macchina”

Il pilota svedese rivela la strategia "pro-Leclerc" utilizzata dalla scuderia di Hinwil in Messico

F1 | Alfa Romeo Sauber, Ericsson: “Ho sacrificato la mia gara per Leclerc, ero furioso in macchina”

Al termine del Gran Premio del Messico, Marcus Ericsson ha svelato come la missione affidatagli dall’Alfa Romeo Sauber per la gara dell’Autodromo Hermanos Rodriguez fosse quella di aiutare il compagno di squadra Charles Leclerc a concludere la corsa il più avanti possibile. Dopo aver centrato in coppia l’accesso al Q3 al sabato, lo svedese e il monegasco hanno chiuso il GP in 9ª e 7ª posizione: un doppio piazzamento a punti che ha consentito alla scuderia di Hinwil di sopravanzare la Toro Rosso all’8° posto nel campionato costruttori.

“Il mio piano era solo quello di aiutare Charles in pratica” – ha ammesso Ericsson. Ho sacrificato completamente la mia gara per aiutarlo. Volevo fermarmi ai box molti giri prima perché sapevo di star buttando via la mia gara, ma ho dovuto provare a tenere dietro delle macchine per aiutarlo ad aprire il gap. L’ho fatto per la squadra”.

Il 28enne di Kumla, che nel 2019 retrocederà al ruolo di terzo pilota in Sauber, non ha nascosto quello che era il proprio stato d’animo durante la corsa: Ero davvero furioso in macchina– ha proseguito. “Mi sentivo davvero frustrato, per dirla in modo carino. So che dobbiamo lavorare per il meglio della squadra, ma per me è stata una cosa un po’ estrema. Mi sembrava di star buttando via la mia gara. Però, sono sempre stato un uomo squadra. Ho sempre fatto tutto per il team, mettendolo sempre al primo posto. Penso che sia una delle capacità che le persone apprezzino più di me: lo farò sempre”.

F1 | Alfa Romeo Sauber, Ericsson: “Ho sacrificato la mia gara per Leclerc, ero furioso in macchina”
3.7 (73.33%) 3 votes
Leggi altri articoli in Alfa Romeo Sauber

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati