Alonso: “Una gara movimentata”

Lo spagnolo della Ferrari è sesto a Silverstone

Alonso: “Una gara movimentata”

Sesto posto per Fernando Alonso a Silverstone. Il pilota della Ferrari, scattato dalle retrovie dopo la brutta qualifica di ieri, è risalito nella zona punti deliziando il pubblico con un bel duello con Sebastian Vettel.

“Credo che la gara di oggi abbia regalato molto spettacolo a casa, certamente per noi è stata estremamente movimentata, prima per il ritiro di Kimi, poi per la penalità causata dall’errata posizione di partenza e i due duelli con Button e Vettel” ha commentato Alonso.

“Quando Sebastian è arrivato alle mie spalle stavo salvando benzina, batteria, e avevo un problema sull’ala posteriore, sapevo che prima o poi mi avrebbe superato e credo che entrambe le Red Bull abbiano meritato di finire davanti a noi, perché erano più veloci. Ora dobbiamo analizzare la nostra prestazione e cercare di migliorare per la prossima gara in Germania: se vogliamo riguadagnare terreno nel Campionato Costruttori dobbiamo cercare di tirare fuori il massimo in pista lavorando sulla strategia, sul set up e soprattutto cercare di essere più furbi degli altri per poter approfittare di qualsiasi situazione per guadagnare punti” ha aggiunto il ferrarista.

“Prendendo il via dalla sedicesima e diciottesima posizione oggi abbiamo optato per una partenza con mescola Hard per tentare una strategia più aggressiva” ha aggiunto Pat Fry. “L’obiettivo, dopo un primo breve stint, era quello di passare a quella più morbida – e più performante – per il resto della gara. Kimi ha fatto una grande partenza, rimontando diverse posizioni in poche curve, ma purtroppo il suo incidente gli ha impedito di dimostrare di più. Fortunatamente ora sta bene, sembra non aver subito lesioni gravi e questo è ciò che conta di più. Dopo la neutralizzazione abbiamo avuto modo di riflettere con Fernando e abbiamo scelto di montare pneumatici Medium fino a fine gara, con una strategia impostata su una sola sosta. A dispetto delle difficoltà che si è trovato a dover gestire, Fernando ha dato un’ulteriore prova del suo grande talento, sia in attacco che in difesa. In alcuni momenti della gara non è mancata un po’ di frustrazione, comprensibilissima da noi tutti che come squadra vorremmo mettere a disposizione sua e di Kimi una vettura più competitiva e per questo motivo continueremo a dare il massimo.”

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

33 commenti
  1. tolanto

    6 Luglio 2014 at 20:24

    Alla faccia di chi chiama Alonso presuntuoso e demotivato stavolta ha dimostrato la grinta degli anni passati .per ma è stata una bella gara peccato per l errore in griglia di partenza un errore da principiante , ma sinceramente preferisco un Alonso combattivo e irruente che piatto e costante .

    • il_Fustigatore

      7 Luglio 2014 at 23:11

      se se alonso le ha prese e basta, il resto sono solo chiacchiere da bar !

  2. TankyouBadoer

    6 Luglio 2014 at 23:18

    Non possiamo parificare le lamentele di Vettel con quelle di Alonso:
    . Vettel si lamentava dell’ostruzionismo (duro ma corretto)da parte di Alonso.
    . Alonso si lamentava dei continui sconfinamenti (illegali) di pista da parte di Vettel.
    Quando Vettel ha passato Alonso è andato oltre la pista ed avrebbe dovuto restituire la posizione. In oltre è da notarsi che Vettel aveva sconfinato anche nella curva precedente (Curva Arena).
    Morale della favola Vettel è così forte che con una macchina e gomme palesemente superiori ha dovuto fare manovre illegali per passare Alonso.
    PS:
    Non mi dite che anche sta volta Ricciardo ha battuto Vettel?
    Ma come li ha vinti i 4 titoli mondiali, coi punti dei sofficini?

    • TankyouBadoer

      6 Luglio 2014 at 23:24

      La realtà è che Vettel è odiato da campioni come Hamilton ed Alonso perché sanno benissimo che qualsiasi compagno di squadra appena decente avrebbe impedito a Vettel di vincere 4 titoli mondiali ed entrare “abusivamente” nell’olimpo delle leggende.
      Alonso sogna di avere Vettel in squadra con lui per fargli assaggiare lo stesso cibo amaro che sta facendo ingoiare a quell’altro presunto fenomeno di Raikkonen.

      • Francesco

        6 Luglio 2014 at 23:27

        PAROLE SANTE!!!

      • TankyouBadoer

        7 Luglio 2014 at 11:55

        Quanto a Raikkonen, dopo 9 gare mi sembra di poter dire che la sfida con Alonso sia sostanzialmente alla pari:
        Qualifiche: Alonso-Raikkonen 7-2
        Gara : Alonso-Raikkonen 9-0
        Ma Raikkonen rimonta prepotentemente e pareggia il conto se si tiene conto che Kimi batte Alonso 9-0 nella velocità a lasciare l’autodromo con la coda tra le gambe la domenica sera.

      • shony

        7 Luglio 2014 at 12:04

        Grandissimo!! Cominciavo a pensare che di gente obiettiva e competente non c’è ne fosse piu!

    • TankyouBadoer

      6 Luglio 2014 at 23:33

      Purtroppo quello che conta sono solo i numeri.
      E’ triste pensare che i nostri figli, quando vedranno l’albo d’oro della F1, penseranno che Vettel, con i suoi 4 titoli, è stato un campione al livello di Senna, Prost, Stewart, Lauda ecc.

      • Francesco

        7 Luglio 2014 at 12:05

        …i miei figli, anche se piccoli, sanno perfettamente chi sono i piloti con le palle sotto e quelli che invece hanno vinto solo per i meriti della vettura e, guarda caso sanno chi sono Hamilton, Alonso, o Schumacher e Senna, ecc… e gli piace tantissimo Ricciardo e piloti come Vettel o Rosberg, non se li cacano nemmeno… e ho detto tutto.

        Le leggende si tramandano di generazione in generazione e non hanno bisogno di falsi numeri per essere ricordati!!!

      • THUNDERbreaks

        8 Luglio 2014 at 13:43

        Guardi le assicuro che i numeri non sono tutto, se contassero solo i numeri saremmo tutti robot, non ci sarebbero più emozioni e ricordi.

        Provi a dire ai fans di Giles Villneuve se contano solo i numeri.

        Per gli appassionati di statistica, in particolar modo ai fan del sig. Vettel Sebastian, consiglierei di prendere nota dei piazzamenti del sig. Ricciardo Daniel.

        Cordiali Saluti.

    • robyxx74

      6 Luglio 2014 at 23:49

      Precisiamo che il primo a sconfinare è stato Alonso, tanto da prendersi un richiamo ufficiale (e in quei frangenti non era in lotta con nessuno)
      poi grande spettacolo da entrambi in quei 10 giri, sicuramente tutti e 2 sono stati al limite della scorrettezza ma secondo me la direzione gara a fatto bene a chiudere un occhio o entrambi visto lo spettacolo che stavano offrendo.
      Poi riguardo le lamentele un velo pietoso sia per Vettel che per Alonso, uno mamma non mi lascia passare, l’altro mamma mi a passato con il DRS aperto deve ridarmi la posizione.

      • TankyouBadoer

        6 Luglio 2014 at 23:57

        L’avevo notato anch’io che Alonso stava abusando della pista in precedenza.
        Tuttavia dopo il richiamo (nel momento che contava)è stato sostanzialmente corretto.
        E’ dura avere una macchina più lenta, cercare di essere corretti mentre quello che hai dietro se ne frega e, con una macchina superiore, continua a sconfinare sistematicamente.
        Dovrai convenire che le lamentele di Alonso hanno qualche minima giustificazione.
        Mentre quelle di Vettel sono decisamente ridicole.
        Concordo con te sullo spettacolo: è stato stupendo.

      • robyxx74

        7 Luglio 2014 at 00:12

        Come già scritto Alonso aveva cominciato prima quando non era sotto pressione, mente Vettel le stava provando tutte per passarlo, e quando ti trovi una vettura davanti più lenta sul giro, ma più veloce della tua su rettilineo (la RB e tra le più lente)perdi la brocca.
        poi stai sicuro che se non fossero stati Alonso e Vettel la direzione gara sarebbe intervenuta, perché non tutte le difese di Alonso erano lecite, quindi entrambi secondo me sono andati un pò oltre, ne abbiamo guadagnato noi che abbiamo assistito.

        PS:
        Perche nessuno parla della genialata avuta dal team che gli ha cambiato subito le gomme, ma si parla solo della cazz@t@ fatta nelle qualifiche?

      • TankyouBadoer

        7 Luglio 2014 at 00:29

        Tranne che sulle difese di Alonso (secondo me tutte lecite), concordo con te su tutto il resto. La Red Bull ha sbagliato la strategia per Vettel, a meno che non avesse problemi di consumo anomalo delle gomme.

      • Max Bassanet

        7 Luglio 2014 at 13:10

        con tutti i piloti che andavano dopo la linea bianca solo Alonso il warming ? mah

    • Ronnie

      7 Luglio 2014 at 07:48

      In realtà ti stai sbagliando, Alonso è stato quasi sempre corretto ma molto duro, se non chè al curvone di cui ora non mi ricordo il nome, in cui Vettel non poteva stare in scia perchè perdeva carico Spesso Alonso fuorisciva dalla pista con le 4 ruote non dico sempre ma tipo un giro si e uno no, e Vettel cercava di essere corretto e rispettare i limiti e piagnucolava in radio anche quando Alonso non li superava i limiti. Ad un certo punto Alonso ha ricevuto il Warning ma ha continuato al che Vettel vedendo che non gli facevano niente ed erano già passati tipo 5 o 6 giri ha deciso di oltrepassare anche lui i limiti come faceva Alonso alle volte e si è portato più sotto e l’ha superato. Alonso si difendeva in modo “irregolare” e Vettel era corretto poi le cose si sono più o meno invertite e Vettel è passato ma non è che Alonso non tagliasse più la pista in zero punti quando è stato superato, sono colpevoli entrambi ma di una cosa ridicola secondo me è ridicolo che 2 piloti si mettano a piagnucolare con i box, chissene frega se la pista finisce sul cordolo, la pista è pista e fintanto che non si taglia una curva o si sperona un avversario una uscita laterala ci sta, se non voglio che avvenga che mettano cordoli più alti o rallentatori… se no uno la usa punto.

  3. gas1973

    6 Luglio 2014 at 23:36

    quindi Vettell non ha staccato dopo Alonzo nel sorpasso di fine duello

    • TankyouBadoer

      6 Luglio 2014 at 23:47

      E ci mancava pure che non lo staccasse.
      Proprio adesso stavo dando una guardata su Wiki.
      A Vettel conviene non arrivare al traguardo perché quando arriva è sempre dietro a Ricciardo.
      NB: l’anno passato Ricciardo era sostanzialmente al livello di Vergne.
      Allora 2 sono le alternative:
      . o sono tutti campioni;
      . oppure Vettel è un buon pilota ma indegno di 4 titoli mondiali conquistati solo grazie ad un Razzo sotto il sedere.

      • Francesco

        7 Luglio 2014 at 12:11

      • TankyouBadoer

        7 Luglio 2014 at 12:49

        Sei grandissimo. Appeno ho letto, prima di aprire il link, ho pensato subito al mitico CORRADO.
        Tu come la vedi? C’è grossa crisi, stiamo miagolando nel buio. Non sappiamo più quando stiamo andando e quando stiamo facendo.

        Si può leggere il futuro nei tarocchi?
        Si ma prima devi sbucciarli.

        Si può leggere il futuro nelle carte?
        Si, se ti stai giocando la casa ed hai una coppia mentre l’altro ha un poker il tuo futuro lo vedi veramente bene.

    • TankyouBadoer

      7 Luglio 2014 at 00:07

      Purtroppo l’unico strumento che abbiamo per misurare il valore dei piloti è il confronto con il compagno di squadra.
      Secondo me un altro che rischia seriamente di essere sopravvalutato è Bottas.
      In Williams sono sicuri di avere tra le mani il nuovo Senna. Ma secondo me uno che è più o meno al livello di Massa vale quanto Massa.

    • TankyouBadoer

      7 Luglio 2014 at 00:25

      Per motivi di spazio sono costretto a semplificare eccessivamente, chiedo scusa.
      Secondo me nel 2010 si è potuto capire abbastanza bene il valore dei piloti.

      2007-2009 Raikkonen e Massa sostanzialmente uguali.
      2010 Alonso distrugge Massa.
      Ergo Alonso distrugge Raikkonen (il 2014 dimostra che è così).

      2007 Hamilton = Alonso.

      2010-2012 Rosberg batte il vecchio Schumi (vecchio, fermo da 3 anni, ma sempre Schumi). Quindi Rosberg= grande campione.

      2010 Vettel = Webber (Webber= pippa ergo Vettel pur crescendo negli anni successivi non sarà mai un vero campione).

      Chiedo ancora scusa per l’eccessiva semplificazione.

    • TankyouBadoer

      7 Luglio 2014 at 00:39

      Briatore li chiamava “Piloti da mezzo secondo al giro” riferendosi a Senna, Prost e Schumacher. Poi c’erano tutti gli altri.
      Briatore si riferiva a quei piloti che, ti permettevano di costruire una macchina più lenta tanto ci pensavano loro ad aggiungere quel mezzo secondo di velocità,che agli altri manca.
      Secondo me oggi i “Piloti da mezzo secondo” sono solo Alonso, Hamilton e Rosberg.
      Poi ci sono gli altri.

      • Gigetto

        7 Luglio 2014 at 09:27

        nel 2007 a Silverstone l’esordiente Hamilton aveva 70 punti contro i meno di 60 di Alonso, appena incoronato bicampione del mondo. I tifosotti dicendo che Vettel siccome è dietro a Ricciardo è un brocco non fanno altro che sottolineare quanto sia brocco Alonso.

      • tolanto

        7 Luglio 2014 at 10:04

        ok ma hamilton dal 2010 al 2012 ne ha prese da button ma non credo che egli sia piu forte di alonso . perciò il vero valore del pilota lo si vede con una macchina da 3 posto quindi conosciamo bene il valore di raikkonen ,alonso , vettel (ricordatevi monza 2008 non ebbe fortuna ), senna ,schumi,ecc.

      • TankyouBadoer

        7 Luglio 2014 at 11:42

        E in fatti le cose sono molto più complesse di quanto possa sembrare.
        Per questo ho specificato e ribadisco: CHIEDO SCUSA PER L’ECCESSIVA SEMPLIFICAZIONE.

      • Francesco

        7 Luglio 2014 at 12:13

        Rosberg “Pilota ma mezzo secondo”???

        Strano, fino a quest’anno non me n’ero MAI accorto!!!

      • Francesco

        7 Luglio 2014 at 12:14

        …che sia SOLO merito della vettura con la PU Mercedes???????

  4. pepiona

    7 Luglio 2014 at 07:05

    Non ho mai sentito tante idiozie in un colpo solo

    • il_Fustigatore

      7 Luglio 2014 at 23:10

      tante cazzate pure di non ammettere che alonso le ha prese!! hahahahahahaha!
      curatevi !

  5. ferrarista

    7 Luglio 2014 at 09:19

    Senza il stop and go, 3 posto assoluto, bye bye Vettel…

    Fernando l’anno prossimo sarà battaglia dura, ma la Ferrari ci sarà, ho piena fiducia in Allison.
    Basta vedere le lotus 2012 e 2013, Fernando a quest’ora sarrebbe 4 volte campione!

    Forza Ferrari per sempre!

    • TankyouBadoer

      7 Luglio 2014 at 11:32

      Concordo con te ferrarista, tuttavia “il” stop and go di Alonso non ha influito più di tanto circa la battaglia con Vettel.
      Non ci sarebbe stato il primo sorpasso di Alonso su Vettel all’uscita di quest’ultimo dai box, ma Vettel avrebbe comunque raggiunto subito Alonso ed avremmo comunque visto quella splendida battaglia.

    • Francesco

      7 Luglio 2014 at 12:17

      …oddio… forse senza i 5 sec magari Fernando avrebbe passato Jenson e forse andava a prendere anche Daniel…
      ma oramai non lo sapremo mai…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati