Webber: “Abbiamo fatto il possibile con la pioggia”

Anche l'australiano della Red Bull penalizzato dalle condizioni meteo

Il vincitore del GP di Gran Bretagna non brilla nelle prime due sessioni di Libere al GP di Germania: la pioggia ha portato il team austriaco a limitare i test sui nuovi componenti
Webber: “Abbiamo fatto il possibile con la pioggia”

Mark Webber ha detto che lui e la Red Bull hanno ottenuto tutto il possibile dalle due sessioni di prove libere del venerdì in vista del Gran Premio di Germania di domenica.

Il vincitore della gara di Silverstone ha chiuso 20° nella sessione del mattino e ha chiuso 9° nel pomeriggio con la pista bagnata. webber ha completato 48 giri in totale e si è detto soddisfatto della sua giornata di lavoro. “Non possiamo controllare il tempo”, ha detto l’australiano. “E’ difficile per tutti capire dove lavorare per ottenere un valido set-up. Quando la pista cambia così tanto ad ogni giro i tempi sono interlocutori e diventano poco significativi. Ovviamente abbiamo un paio di ragazzi con alcune automobili rovinate anche oggi, il che può accadere. Ma noi alla fine abbiamo fatto un sacco di giri e abbiamo ottenuto tutto quello che c’era da capire da queste sessioni”.

Alla domanda se la Red Bull abbia testato tutti gli aggiornamenti portati qui a Hockenheim, Webber ha risposto negativamente: “Abbiamo testato alcuni nuovi componenti nella FP1, niente di enorme, ma abbiamo provato un paio di soluzioni che i ragazzi analizzeranno stasera”. La Red Bull deve infatti difendersi tanto dalla Ferrari (che ha sperimentato con Fernando Alonso una nuova ala anteriore) che dalle rinnovate McLaren, che hanno ottenuto il miglior tempi in condizioni di umido nella FP1 con entrambe le vetture.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati