Pirelli, Paul Hembery: “È stato uno dei gran premi più emozionanti e imprevedibili visti in questa stagione”

Pirelli, Paul Hembery: “È stato uno dei gran premi più emozionanti e imprevedibili visti in questa stagione”

Per l’ennesima volta il GP del Canada ha regalato una gara spettacolare, con numerose safety car e moltissima azione, in cui gli pneumatici hanno svolto un ruolo centrale. Dopo un’interruzione prolungata per via della pioggia torrenziale, il pilota della McLaren Jenson Button ha conquistato la sua prima vittoria dell’anno, dopo aver utilizzato tre diversi tipi di pneumatici della gamma Pirelli PZero Formula Uno.

Button ha passato il pilota della Red Bull Racing Sebastian Vettel nel giro finale andando a vincere la gara, nonostante una collisione con il suo compagno di squadra, un drive-through e cinque piststop: che, a un certo punto della gara, hanno fatto scivolare l’inglese in 21° posizione. Ma la corretta strategia nelle condizioni costantemente variabili – oltre a una guida fantastica – gli hanno permesso di vincere una delle gare più ricche d’azione dell’anno.

La gara ha preso il via in condizioni di bagnato dietro alla safety car per i primi quattro giri, per cui tutte le monoposto sono partite con i PZero Orange full wet: prima volta nella stagione in cui questo è accaduto. Button è stato il primo a passare ai PZero Blue intermediate nel giro 8, portando al debutto in gara le mescole intermedie italiane.

Ma, dopo solo mezz’ora, la pioggia è tornata, facendo tornare in pista la safety car. Poco dopo, nel giro 24, la gara è stata interrotta dalle bandiere rosse, dato che le condizioni rendevano impossibile proseguire. Secondo le regole, ai Team è stato permesso di cambiare gli pneumatici e lavorare sulle monoposto, mentre aspettavano la ripresa della gara.

La ripartenza è avvenuta dietro alla safety car quasi due ore dopo, di nuovo con gli pneumatici PZero Orange full wet. Man mano che la pista si asciugava, i leader sono passati alle intermedie e poi alle slick. Button ha fatto l’ultima sosta per montare i PZero Red supersoft nel giro 51, vincendo la gara con 2,7 secondi di vantaggio, dopo aver sfruttato un altro periodo di safety car a soli 12 giri dalla fine.

Vettel – al comando in tutti i giri eccetto l’ultimo – ha chiuso al secondo posto sui PZero Red supersoft dopo tre pitstop, seguito dal suo compagno di squadra Mark Webber. Gli ultimi otto giri hanno visto alcuni duelli frenetici per il podio, con Vettel che si è difeso da Button, Webber e dal pilota della Mercedes Michael Schumacher, prima di commettere un raro errore.

Al traguardo, quasi quattro ore e mezza dopo l’inizio della gara, il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery, ha detto: “È stato uno dei gran premi più emozionanti e imprevedibili visti in questa stagione, con una guida incredibile da parte di Jenson Button e tutti e tre i gradini del podio decisi nel giro finale. Finalmente abbiamo avuto una gara bagnata, che ha mostrato l’efficacia dei nostri PZero Orange full wet e anche dei PZero Blue intermediate. Dopo la ripartenza, per noi è stato molto interessante vedere in azione gli pneumatici wet e intermedi fino al punto di crossover, cosa che non era mai accaduta prima in condizione di gara: si è dimostrato un punto cruciale nella strategia, come hanno mostrato sia Button sia Vettel. È stato un piacere osservare anche Kamui Kobayashi, autore di una prestazione fantastica in una gara che è valsa l’attesa: la battaglia finale per il podio è stata senza dubbio uno dei nostri momenti clou fino a questo punto dell’anno.”

Pirelli, Paul Hembery: “È stato uno dei gran premi più emozionanti e imprevedibili visti in questa stagione”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

3 commenti
  1. Mattia

    13 giugno 2011 at 09:24

    Preferisco i Gran Premi come questi dove lo spettacolo è dovuto dalla bravura del pilota in condizioni difficili, rispetto a dove un pilota subisce un sorpasso solo perché le gomme finiscono dopo pochi giri.

  2. Interceptor

    13 giugno 2011 at 10:02

    E’ stata un pena, questa F1 è ridicola. Ma dove l’ha vista l’emozione, lo spettacolo??? Va bè che lui deve dire così ma è diventata una cosa che non ha niente a che fare con lo sport motoristico.
    PS Per Charlie ….fai in pensione.. vai vai che JB era da sanzionare ma siccome è British….vero???

  3. gennaro

    13 giugno 2011 at 22:21

    spettacolo?queste gomme fanno non tengono la pioggia cosi si spiega la presenza costate della safety car.
    proprio oggi ho cambiato le mie gomme e le pirelli non lo ho nemmeno prese in considerazione

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati