GP Malesia: sotto investigazione Alonso, Kvyat e Bottas

Per possibili infrazioni durante le qualifiche

GP Malesia: sotto investigazione Alonso, Kvyat e Bottas

I commissari del GP Malesia stanno indagando sul contatto tra Fernando Alonso e Daniil Kvyat durante le qualifiche a Sepang. In Q2 i due sono arrivati a toccarsi e i commissari dovranno stabilire se Kvyat si è infilato troppo tardi oppure se Alonso non ha guardato gli specchietti.

“Non l’ho visto arrivare, ovviamente è stata una manovra un pò aggressiva nel giro di uscita con quella scarsa visibilità” ha dichiarato Alonso. Il russo è parso incredulo a chi gli ha chiesto di una sua eventuale penalizzazione: “Dovrei essere penalizzato? E perchè? Non credo. E’ stato solo un contatto, c’era molta acqua che si alzava, sono entrato all’interno e lui non mi ha visto”.

I commissari stanno indagando anche su un eventuale blocco di Valtteri Bottas ai danni di Daniel Ricciardo. “Era nel suo giro d’uscita, gli parlerò. E’ già capitato molte volte l’anno scorso ad essere onesto” ha dichiarato l’australiano. “Abbiamo corso molto l’uno contro l’altro nelle categorie minori e pensavo ci fosse molto rispetto tra noi, ma è un pò difficile contare le volte in cui l’ha fatto, quindi gli parlerò”.

Di parere opposto Bottas: “Penso non sia accaduto nulla di speciale. Stavamo spingendo entrambi, per me non c’è stato alcun episodio”.

GP Malesia: sotto investigazione Alonso, Kvyat e Bottas
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

6 commenti
  1. Emanuele

    29 marzo 2014 at 12:26

    Premetto che a mio avviso sono stati 2 episodi di gara che non vanno minimamente sanzionati anche viste le condizioni che rendevano difficile vedere qualcosa.
    Ma se proprio bisogna dare la colpa a qualcuno li alonso con le intermedie era molto più lento di kvyat con le full wet e doveva lasciargli strada anche perchè ormai era dentro, ma sicuramente non lo ha visto, al massimo la squadra poteva aiutare fernando ma è successo tutto troppo velocemente, non bisogna prendere provvedimenti contro nessuno

    • BlackTaisi

      29 marzo 2014 at 15:30

      Vedi che non afferri il punto. Qui non si tratta se Alonso era più lento o meno. Era il giro di lancio non il giro lanciato. Quindi Il pilota Russo avevo tutto il tempo che voleva per passare Alonso. Dato che si è lanciato dentro manco ci fosse un domani. L’inesperienza paga, e la fretta di far le cose porta a questi risultati.

      • Emanuele

        29 marzo 2014 at 16:33

        Non centra niente kvyat o la sua inesperienza avevano 2 passi completamente diversi, alonso sarebbe rientrato ai box mentre kvyat si stava lanciando, il tempo era poco per tutti.
        Cmq ripeto giusto non penalizzare nessuno, se poi alonso non si sentiva in colpa si prendeva metà della colpa conoscendolo?

      • BlackTaisi

        29 marzo 2014 at 17:20

        Ma che cosa si stava lanciando! A metà tracciato ti lanci? Cosa ti serve superare li quando hai ancora più di metà tracciato a disposizione? Usalo il cervello al posto di dire cose a caso.

      • Emanuele

        29 marzo 2014 at 22:40

        Vedi che sul bagnato tirano anche nel giro di lancio per capire i riferimenti, inoltre più stai fuori più prendi confidenza infatti uscivano tutti subito, anzi aspettavano 2 min fermi facendo raffreddare le gomme pur di essere tra i primi fuori e non perdere tempo.
        Sai almeno di cosa parli? Hai mai gareggiato con qualsiasi cosa sul bagnato? Mi sa che sei tu quello che dice cose a caso solo per difendere alonso, volevo vedere se fosse successo lo stesso a parti invertite cosa dicevi….

  2. eiskalt

    29 marzo 2014 at 12:37

    secondo me ne anche ce bisogno di investigare mamma mia che pignoli ma lasciateli correre questi benedetti piloti siamo ridoti malissimo bahh ….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati