Formula 1 | Kvyat: “La Red Bull mi ha pugnalato alla schiena”

Il pilota russo torna su quanto accaduto nel 2016 quando venne sostituito da Max Verstappen

Formula 1 | Kvyat: “La Red Bull mi ha pugnalato alla schiena”

La carriera di Daniil Kvyat ha preso delle pieghe davvero molto strane. Il pilota russo, nel momento di maggiore competitività nel 2016 è stato silurato dalla Red Bull per far posto all’astro nascente Max Verstappen, vincitore alla sua prima gara con la squadra di Milton Keynes. Per Kvyat la situazione era davvero particolare, avendo appena conquistato un podio in Cina, ed era anche nel giro della Ferrari per sostituire Raikkonen, ma poi non se ne fece niente e lui tornò in Toro Rosso, salvo poi diventare pilota di riserva proprio della Scuderia del Cavallino, quindi ritorno in AlphaTauri prima di dire basta alla Formula 1. Adesso è un pilota Lamborghini, casa con la quale correrà nel WEC a partire dal 2024.

“Mi sono sentito davvero tradito dalla Red Bull in quel momento – ha ammesso Kvyat al podcast di Track Limits. E’ stata una pugnalata alla schiena, ma la vita è questa, a volte succedono che ti tradiscono tutto in una volta, è normale che possa accadere. Ma questo è il passato, adesso ho ripreso la mia carriera nel mondo delle corse, quindi una parte di me deve essere molto grata alla Red Bull per avermi dato la possibilità di esordire, ma c’è chiaramente un altro lato della mia persona che è molto scontenta di come siano andate le cose”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Formula 1 | Alan Permane vicino all’AlphaTauri Formula 1 | Alan Permane vicino all’AlphaTauri
News F1

Formula 1 | Alan Permane vicino all’AlphaTauri

L'indiscrezione dalla Gran Bretagna: è stato per 33 anni a Enstone ed è disoccupato dallo scorso luglio
Alan Permane sembrerebbe molto vicino al ritorno in Formula 1. L’ingegnere britannico, stando alle indiscrezioni riportate dai media inglesi sta