Formula 1 | Le Pagelle del GP di Italia

I voti ai protagonisti di Monza

Formula 1 | Le Pagelle del GP di Italia

Daniel Ricciardo 10 Il capolavoro lo fa in partenza, quando brucia Verstappen, poi è chirurgico e freddissimo nel gestire una monoposto velocissima sul dritto, su una pista che lui ama particolarmente. Il suo posto nel team sembrava quasi in bilico, a causa di una stagione fin qui opaca, adesso è l’eroe che dopo nove anni ha riportato la McLaren al successo. Lo sport è imprevedibile e sa raccontare grandi storie.

Lando Norris 9 E’ l’incubo di Hamilton sin dalla Sprint Race, completa con la sua prestazione la giornata di giubilo di una McLaren che non faceva doppietta dal 2010.

Valtteri Bottas 9 Poleman al venerdì, vince con piglio la Sprint Race, da ultimo a terzo in gara a suon di sorpassi. Si infrange sul muro Perez nella fase finale del GP, ma nel complesso la sua Monza è altamente brillante. Il finlandese è in grande forma.

Charles Leclerc 9 Problema al freno motore in qualifica, problema fisico nelle seconde libere, Sprint Race con motore vecchio. Ciononostante sempre lì aggrappato ai primi, sempre lì a girare sui tempi dei migliori, nonostante alla SF21 manchino brio e cavalli. Un mostro.

Sergio Perez 7 Quinto a causa della penalità di cinque secondi (taglia la Roggia in sorpasso e non restituisce posizione a Leclerc) che gli toglie il terzo posto. I suoi fine settimana non sono mai puliti, doveva rappresentare l’arma in più contro Mercedes e invece il suo rendimento non è all’altezza di quello del tanto bistrattato omologo Bottas. Casinista.

Carlos Sainz 6,5 A muro sabato mattina come Zandvoort, seconda gara consecutiva dove soffre maledettamente sul passo gara rispetto al compagno di squadra. Che succede?

Lance Stroll 7 Garibaldino nei primi giri al limite della scorrettezza, anche nei confronti del compagno di squadra, però è bravo a fare risultato con una Aston Martin davvero anonima.

Fernando Alonso 6,5 Niente fuochi d’artificio, ma un ottavo posto di sostanza su una pista non adatta alla vettura anglo-francese.

George Russell 6,5 Sta prendendo il vizio di finire in zona punti, dopo essersi sbloccato. Un vizio sano, in questo caso.

Esteban Ocon 5,5 Va a punti, decimo, ma la manovra alla Roggia su Vettel è davvero pessima.

Lewis Hamilton 5 Stecca la Sprint Race, alla Mercedes in gara sbagliano tempo di chiamata ai box e per giunta il pit-stop è lento. Un disastro, e per poco non ci rimette la pelle, salvato dall’Halo. Esce da Monza ammaccato.

Max Verstappen 4 Perde la gara in partenza e poi ai box, con una sosta lenta, contro Hamilton tiene giù il piede provando a reggere all’esterno, perde la vettura sui cordoli e l’incidente è “telefonato”. Tra questi due ormai è sfida senza esclusione di colpi, in tutti i sensi, ma stavolta Max è troppo ottimista e sbaglia. Poteva fare male a Hamilton seriamente, entrambi devono darsi una calmata.

Sebastian Vettel 5 A tratti spento, con le attenuanti di essere stato colpito da Stroll, Ocon e Schumacher. Insomma sembrava facessero a gara a chi in pista lo prendeva di più. Per Seb, alle prese con una macchina mediocre, non una gara facile, ma urge un reset, perché Stroll non sembra soffrire così tanto.

Antonio Giovinazzi 6 Da applausi in qualifica e in Sprint Race, con due performance di livello sublime, per poi tagliare al primo giro la strada a Sainz in uscita dalla Roggia con inevitabile seguente contatto. Un incidente di gara, ma di una ennesima gara rovinata. Un vero peccato.

Mick Schumacher 5,5 E’ un apprendistato duro quello del giovane Mick, tra derby cruenti in famiglia e qualche sportellata di troppo.

Nikita Mazepint 3 Corre contro Mick, in tutti i sensi, lo sperona alla Roggia facendolo andare in testacoda, ciononostante gli arriva sempre dietro. Molti colleghi continuano a lamentarsi del suo comportamento in pista, ha molto ancora da imparare.

Altri: Nicholas Latifi (6); Robert Kubica (6,5); Pierre Gasly (sv); Yuki Tsunoda (sv)

 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati