F1 | Wolff sicuro: “Vettel ha perso il mondiale per le emozioni e la rabbia”

Il capo della Mercedes ha sottolineato due incidenti che ritiene abbiano influenzato il percorso di Sebastian: "Uno è ovviamente Baku, l'altro a Singapore"

F1 | Wolff sicuro: “Vettel ha perso il mondiale per le emozioni e la rabbia”

Sebastian Vettel è stato “tradito” dalle sue emozioni nella lotta per il titolo mondiale con Lewis Hamilton: ecco perchè il tedesco non è riuscito a conquistare il suo quinto trofeo. Questo è quello che ha dichiarato Toto Wolff parlando della stagione appena conclusa: secondo il capo della Mercedes Toto Wolff, infatti, nonostante il pilota della Ferrari sembri abbastanza calmo e tranquillo in realtà ha mostrato un lato del carattere molto debole e alquanto emotivo.

“Le emozioni lo hanno fatto vincere campionati prima, quest’anno è rimasto deluso. La personalità di Lewis, d’altra parte, è cresciuta sia come pilota sia fuori dalla pista, ed è questo che lo ha reso forte”, ha sottolineato Wolff per BBC 5. Il capo della Mercedes ha inoltre sottolineato due incidenti in particolare che ritiene abbiano influenzato il percorso di Sebastian Vettel. Il primo è stato ovviamente durante il Gran Premio dell’Azerbaigian, quando il tedesco ha colpito volontariamente il suo avversario in regime di safety car: “Abbiamo subito controllato per vedere cosa avesse fatto Hamilton, se avessi fatto qualcosa con i freni, ma non abbiamo visto nulla di tutto ciò. Forse l’emozione e la rabbia di Sebastian lo hanno dominato in quel momento. Ovviamente se potesse tornare indietro nel tempo lo ammetterebbe senza problemi”, ha commentato.

Il secondo momento chiave per il campionato di Vettel è stato invece a Singapore, gara durante la quale le due Ferrari di Vettel e Raikkonen insieme alla Red Bull di Max Verstappen hanno messo fine ai loro giochi con un incidente alla partenza: “Non so se fosse pressione o no, Sebastian sapeva che per segnare 25 punti a Singapore aveva bisogno di dominare la gara dopo la partenza e ha cercato di fare una partenza efficace per rimanere davanti. Ma non avendo una buona visuale lì davanti ha provocato una reazione a catena”, ha continuato Wolff.

Il presidente non esecutivo della Mercedes, Niki Lauda, ​​ha criticato, allo stesso modo, il comportamento del tedesco: “Perché Vettel si lamenta e si lamenta sempre? Perché è così sensibile? Non era mai stato così male prima, le emozioni lo distraevano dal guidare veloce. Questa è la mia opinione “, ha commentato l’ex pilota.

Fabiola Granier

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati