F1 | Red Bull, Sergio Perez: “Lottare contro Max non avrebbe avuto senso”

"Lui era troppo veloce e il tempismo della VSC non mi ha aiutato" si è giustificato il messicano

F1 | Red Bull, Sergio Perez: “Lottare contro Max non avrebbe avuto senso”

Sergio Perez vive un momento d’oro: la vittoria a Montecarlo, il rinnovo con la Red Bull, la lotta mondiale. È quasi naturale guardarlo prendersi la leadership alla partenza in curva uno, mentre uno alla volta Carlos Sainz e Charles Leclerc abbandonano la gara per problemi legati al break by wire e al motore. È quasi strano, quindi, vederlo davanti al compagno di squadra nelle prime fasi di gara: è allora che interviene il muretto Red Bull, con un messaggio radio molto chiaro. “No fighting”. E Perez lascia passare Max, che vola verso la vittoria e la leadership in campionato. Nonostante questo, è chiaro che Sergio ha una nuova consapevolezza: la lotta mondiale ora ha un nuovo protagonista e chissà quante altre volte il muretto dovrà intervenire per sedare quella che potrebbe rivelarsi una lotta fratricida.

Ho fatto un’ottima partenza, eravamo al comando e sentivo di avere tutto sotto controllo. Siamo stati sfortunati col tempismo della Virtual Safety Car, che ci ha reso le cose un po’ più complicate – ha spiegato il messicano – quando sei al comando della gara nel primo stint, che è di solito il più difficile, poi pensi di essere abbastanza forte da continuare, ma non è andata così oggi, succede nelle corse. Le mie gomme posteriore hanno cominciato a cedere e non sono riuscito a trattenere Max, lui era estremamente veloce e non aveva senso lottare contro di lui. Ci è stato detto di mantenere un certo ritmo sulle hard una volta ritirate entrambe le Ferrari, e poi abbiamo gestito bene il resto della gara. Dobbiamo capire cosa avremmo potuto fare di più e in Canada di sicureremo di lottare ancora una volta per la vittoria. Quello di oggi è un grande risultato per la squadra e per il campionato costruttori“.

5/5 - (1 vote)
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati