F1 | Red Bull, Max Verstappen: “Sarebbe stato bello lottare con Charles oggi”

"E' anche bello però terminare con una doppietta e allungare in campionato sulle Ferrari" ha aggiunto il campione del mondo

F1 | Red Bull, Max Verstappen: “Sarebbe stato bello lottare con Charles oggi”

Fortuna, strategia e un aiuto dal muretto. Questi sono gli ingredienti dietro la vittoria di Max Verstappen a Baku: l’olandese e campione del mondo in carica vince per la prima volta in Azerbaijan, dove l’anno scorso era stato invece stato beffato proprio dalla sorte, che lo aveva poi ripagato poco dopo sfogandosi su Hamilton. Verstappen resta in terza posizione, con Perez che prende invece la leadership. Ci pensa però la sfortuna a togliere di mezzo le Ferrari, con Sainz che si ritira per un problema al break by wire, e Leclerc poco dopo che soffre di un problema alla power unit. Ci si mette poi il muretto a suggerire a Sergio Perez, in radio, di non lottare: Max sorpassa agilmente il compagno di squadra, prendendosi la leadership della gara e del mondiale, con trentaquattro punti di vantaggio sul monegasco. Verstappen vince a Baku, portando l’affare mondiale nelle mani della Red Bull.

La vettura oggi aveva un ritmo incredibile, siamo riusciti a gestire le gomme e creare un bel distacco dal resto del gruppo. Checo ha fatto un lavoro incredibile alla partenza, mettendosi davanti a Charles, io sono stato bloccato e non ho potuto fare nulla – ha spiegato il campione del mondo – una volta montate le hard e in testa al gruppo, sono riuscito a gestire e a controllare il gap. Sarebbe stato bello lottare con Charles oggi, ma è stato costretto a ritirarsi. E’ bello conquistare un’altra doppietta, abbiamo conquistato tanti bei punti, allungando sulla Ferrari. Il campionato è ancora lungo, ma dobbiamo continuare a spingere”.

 

5/5 - (1 vote)
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati