F1 | Racing Point, Sergio Perez: “Senza la safety car avrei preso Ricciardo e il podio”

Il messicano si arrende alla velocità mostrata dalla Renault e termina la gara in quarta posizione, portando la Racing Point al terzo posto del campionato costruttori

F1 | Racing Point, Sergio Perez: “Senza la safety car avrei preso Ricciardo e il podio”

Lo ha visto, quasi toccato, era davvero a pochi metri di distanza, ma nulla da fare: Sergio Perez sicuramente ha sperato di salire sul podio per tutti i sessanta giri della gara sul circuito del Nurburgring, soprattuto durante gli ultimi giri, quando pochi decimi lo separavano da Daniel Ricciardo. Alla fine, Checo si accontenta del quarto posto, portando, grazie anche all’aiuto dell’inedito compagno di squadra Nico Hulkenberg, la Racing Point al terzo posto del campionato costruttori.

Sono un po’ frustrato perché penso che il podio sarebbe stato nostro senza la safety car – ha spiegato Perez – fino a quel punto, stavo seguendo Daniel (Ricciardo) che aveva gomme più usate, per cui sarebbe stata una bella battaglia per il podio nelle tornare finali. Ancora una volta, il primo stint è stato cruciale. Abbiamo fatto una buona partenza, guadagnando una posizione, e siamo riusciti a gestire le gomme allungando lo stint, per cui avevamo un vantaggio col secondo set. Dopo la safety car sono riuscito a mettere pressione a Daniel e quasi l’ho preso in curva 4, ma non sono riuscito a tenere la posizione. Finire in quarta posizione è comunque un buon risultato e la squadra ha fatto un ottimo lavoro in una gara piena di interrogativi, interpretando bene tutte le condizioni. Sono felice di vedere Nico in zona punti, quello che sembrava un weekend difficile si è trasformato in un grande risultato. La vettura è davvero buona e possiamo essere orgogliosi della nostra gara. Chiamerò Lance al telefono più tardi, attendiamo il suo ritorno“.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati