F1 | Mansell non ha dubbi: “In Formula 1 è stato abolito il rischio”

"Oggi sembra un'altra categoria rispetto al passato", ha aggiunto l'inglese

Mansell ha paragonato la Formula 1 di adesso a quella di trent'anni fa
F1 | Mansell non ha dubbi: “In Formula 1 è stato abolito il rischio”

In una chiacchierata concessa ai microfoni del Daily Mail, Nigel Mansell ha espresso una valutazioni sulla Formula 1 moderna, sottolineando come rispetto al passato sia stato completamente abolito il rischio e il pericolo.

Secondo il “Leone”, la Formula 1 ha migliorato enormemente la sicurezza, soprattutto dei circuiti, ma questo ha generato una trasformazione che ha modificato lo sport di allora in qualcosa di totalmente diverso e meno estremo dal punto di vista fisico.

“Negli anni ‘80 e ‘90, il nostro sport era molto pericoloso”, ha affermato Nigel Mansell. “Se non perdevi la vita, le ripercussioni a livello fisico e anche mentale potevano essere particolarmente gravi. Le barriere adiacenti al perimetro della pista erano molto ravvicinate all’asfalto, le vie di fuga era minime. Quindi non c’era margine di errore”.

“La morte di Ayrton Senna fu un giorno catastrofico per il motorsport, lo cambiò per sempre”, ha proseguito l’inglese. “Lo ha modificato per molti aspetti in senso positivo, mentre per altri in negativo. Per esempio ha completamente snaturato tutti i circuiti. E’ stato un errore perché la Formula 1 era uno sport pazzesco, dove venivi ricompensato se guidavi bene e non ti perdonava se sbagliavi”.

“Eri sempre sul limite e non potevi affrontare una curva a 320 km/h se non avevi le giuste abilità. Ora è cambiato tutto. Sembra quasi un’altra categoria rispetto a quello che era trent’anni fa”, ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati