Formula 1 | Brawn sibillino: “Una squadra ha problemi di raffreddamento”

"Potranno effettuare delle correzioni, ovviamente con il permesso di sviluppare l'auto in inverno", ha aggiunto l'inglese

Brawn ha analizzato lo sviluppo che le squadre seguiranno al termine del mondiale 2020
Formula 1 | Brawn sibillino: “Una squadra ha problemi di raffreddamento”

Intervistato da Motorsport-Total.com, Ross Brawn ha svelato alcuni retroscena legati allo sviluppo delle vetture che scenderanno in pista nella stagione 2021 di Formula 1, sottolineando come alcune squadre saranno costrette a chiedere delle deroghe per risolvere eventuali problemi che si manifesteranno nel corso del mondiale che scatterà il prossimo 5 luglio in Austria.

Il braccio destro di Chase Carey, proprio in tal senso, ha preso come esempio una squadra che sta lottando contro il raffreddamento della power unit (Mercedes?), la quale si vedrà costretta a chiedere una deroga per intervenire sul lay-out che sarà utilizzato nel 2021.

L’anno prossimo, ricordiamo, le squadre utilizzeranno lo stesso telaio di quest’anno e le modifiche aerodinamiche saranno ridotte in maniera massiccia, questo per livellare i costi e per cercare di dare un maggior equilibrio alla griglia di partenza.

“Può darsi che anche altri team debbano apportare miglioramenti alle proprie auto per non ripetere gli errori del 2020 il prossimo anno”, ha dichiarato Ross Brawn alla stampa tedesca. “Una squadra ci ha già informato di un problema al raffreddamento con la loro auto”.

“Non si tratta di un errore che si trascinano dietro, né qualcosa con cui possono convivere per due anni”, ha aggiunto.“Potranno effettuare delle correzioni, ovviamente con il permesso di sviluppare l’auto in inverno. Consentiremo di correggere gli errori, ma non molto di più”.

“In questo modo, si dovrebbe raggiungere un buon equilibrio“ ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati