F1 | JJ Lehto sulla leadership di Binotto: “Non possiede la stessa autorità di Arrivabene”

"Ritengo che il problema più grande della Ferrari sia l'assenza di un capo abbastanza forte", ha affermato JJ Lehto

Binotto ha assunto la carica di team principal Ferrari alla fine della scorsa stagione
F1 | JJ Lehto sulla leadership di Binotto: “Non possiede la stessa autorità di Arrivabene”

Intervistato dal quotidiano Italehti, JJ Lehto ha espresso una propria opinione sul clima di tensione che si respira all’interno della Ferrari, sottolineando come il problema principale della Scuderia di Maranello sia l’autorità e la gestione del team principal, Mattia Binotto.

Secondo l’ex pilota, infatti, l’Ingegnere italo-elvetico, nonostante la sua enorme preparazione tecnica, non ha la stessa personalità e temperamento di Maurizio Arrivabene, manager che ha lasciato la Rossa al termine dello scorso anno, aspetto che sta creando confusione nella gestione tra Sebastian Vettel e Charles Leclerc. Una situazione pericolosa, soprattutto in ottica 2020, che deve portare l’attuale Team Principal a migliorare.

“Personalmente ritengo che il problema più grande della Ferrari sia l’assenza di un capo abbastanza forte”, ha affermato JJ Lehto. “Mi piaceva Maurizio Arrivabene e inoltre era in grado di gestire la squadra con controllo e autorità”.

Su Binotto ha proseguito: “Ha una personalità diversa, visto che parliamo di un ingegnere. Probabilmente il controllo che ha sui guidatori non è il massimo”.

F1 | JJ Lehto sulla leadership di Binotto: “Non possiede la stessa autorità di Arrivabene”
3 (60%) 2 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. Victor61

    16 ottobre 2019 at 14:38

    se l’atteggiamento da picchiatore fallito e suonato della bassa bresciana può essere intesa come autorità di Arrivabene allora in effetti Bin8 ne davvero molta di meno :-))

  2. francof1

    16 ottobre 2019 at 18:32

    ma che cavolo dice stu cretino, certo che fanno di tutto per distabilizzare la concorrenza

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati