F1 | Il letargo è giunto al termine: da domani si torna in pista per i test pre-stagionali

Tra conferme e riscatti i team ripartono da Barcellona per dare inizio alla nuova stagione

F1 | Il letargo è giunto al termine: da domani si torna in pista per i test pre-stagionali

Finalmente le chiacchiere che hanno accompagnato questo lungo e intenso inverno stanno per lasciare spazio alla pista, con la prima tre giorni di test pre-stagionali che inizierà domani sul tracciato catalano del Montmeló. Malgrado i giorni di prove siano stati ridotti (si è passati da 8 a 6, una soluzione che onestamente si fa fatica a comprendere visto che la Formula Uno è l’unico sport dove non ci si può allenare con regolarità…) c’è molta attesa per capire i riscontri – seppure marginali – che Barcellona potrà darci.

Tra gli osservati speciali ci sarà chiaramente la Ferrari, con la SF1000 chiamata a migliorare le prestazioni deludenti della SF90. A Maranello hanno lavorato sodo per cercare di colmare quelle lacune tecnico/aerodinamiche che hanno purtroppo scandito la scorsa stagione. Il Montmeló in tal senso è un tracciato completo ed esigente, il cui ultimo settore (che tanto ha fatto tribolare la Rossa e i suoi tifosi…) lento e guidato potrà indicarci se la strada intrapresa dal Cavallino può essere considerata quella giusta.

Da monitorare con attenzione anche la nuova Red Bull, dopo i proclami  invernali operati da Helmut Marko. Alla presentazione della RB16 si sono già intraviste alcune interessanti novità come gli sfoghi sul muso. Senza dimenticare la Honda, chiamata a confermarsi dopo un più che positivo 2019 dove in coppia con la Red Bull ha ottenuto 3 vittorie firmate da Max Verstappen che non vede l’ora di potersi giocare le proprie chance iridate contro la Mercedes di Lewis Hamilton. La Stella e l’asso inglese non possono che essere i favoriti d’obbligo per la conquista di entrambi i titoli, vista anche la stabilità regolamentare che accompagnerà il 2020.

In cerca di conferme anche la McLaren, dopo l’ottimo quarto posto finale ottenuto nei costruttori lo scorso anno. Il team di Woking, passo dopo passo, è uscito dalla crisi tecnica in cui era caduto nelle scorse stagioni riuscendo finalmente ad occupare le posizioni nobili di classifica. L’auspicio è che anche la Williams, se non nell’immediato, possa ricalcare lo stesso percorso togliendosi così quella fastidiosa etichetta di nobile decaduta. Tra le scuderie in cerca di riscatto figura anche l’Alfa Romeo Racing, che potrà contare per il secondo anno di fila sull’esperienza di Kimi Raikkonen e sul nostro Antonio Giovinazzi.

Gli ingredienti per assistere a una bella stagione ci sono tutti, non resta che attendere le prossime ore per gustarsi l’antipasto. Il letargo sta finalmente per terminare.

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati