F1 | Hankook sfida Pirelli per la fornitura degli pneumatici dal 2020 al 2023

Il costruttore coreano è ufficialmente in concorrenza con la società milanese

F1 | Hankook sfida Pirelli per la fornitura degli pneumatici dal 2020 al 2023

Dal 2011 la Pirelli fornisce gomme per la Formula 1. Fin qui è stato un rapporto molto controverso, specialmente con il pubblico e con le continue richieste da parte della Federazione. Prima si volevano gomme che fossero l’opposto delle Bridgestone, quindi più morbide e facili da deteriorarsi, così da agevolare più pit-stop e di conseguenza più spettacolo (?). Nel 2013 il punto più basso con le esplosioni di Silverstone, il cambio di costruzione col ritorno al kevlar, il test “segreto” con Mercedes, l’arrivo dei gommoni nel 2017 e quindi un degrado minore con la possibilità di spingere di più fino alle famose 0.4 di quest’anno. Ben sette mescole di gomme a disposizione e le Cinturato da bagnato mai realmente soddisfacenti, più per l’assurda regola del parco chiuso che per altro. Da oggi la casa italiana non sarà più sola per concorrere alla fornitura unica in Formula 1, infatti la Hankook si lancia per entrare nel grande Circus a partire dal 2020. Una mossa a sorpresa e che lascia spiazzati in molti. L’azienda coreana non ha mai costruito gomme per la competizione più importante del mondo, ma ha diverse esperienze in altre categorie. Sarebbe una sfida interessante per Hankook, visto che il 2020 sarà l’ultimo anno dei cerchi a 13 pollici e si passerà infatti ai 18 del 2021. La Pirelli ha ovviamente più esperienza e sembra avere il destino nelle sue mani: riuscirà a rimanere fornitore di gomme per la Formula 1?

F1 | Hankook sfida Pirelli per la fornitura degli pneumatici dal 2020 al 2023
3.5 (70%) 2 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Bridgestone esclude un ritorno in F1

Anche i giapponesi hanno escluso un ritorno nella categoria regina
Bridgestone ha escluso un suo ritorno in F1. Il produttore di gomme giapponese, arrivato in F1 nel 1997, ha abbandonato