F1 | GP Belgio 2019: anteprima e orari del weekend

Tredicesimo appuntamento del mondiale

F1 | GP Belgio 2019: anteprima e orari del weekend

Orari

Venerdì 30 agosto
Prove Libere 1: 11:00 – 12:30
Prove Libere 2: 15:00 – 16:30
Sabato 31 agosto
Prove Libere 3: 12:00 – 13:00
Qualifiche: 15:00 – 16:00 (differita su TV8 dalle 18:00)
Domenica 1 settembre
Gara 15:10 (differita su TV8 dalle 18:00)

Sky Sport F1 HD trasmetterà in esclusiva il Gran Premio, inoltre potrete seguire la live del weekend sul nostro sito F1GrandPrix.

Gara Precedente

Lewis Hamilton ha conquistato la vittoria dopo una gara incredibile, forse una delle vittorie più belle del cinque volte campione del mondo, in quanto è stata sudata fino alla fine. Mercedes ha fatto una strategia impeccabile, che ha permesso al cinque volte campione del mondo di avvicinarsi al sesto titolo iridato.

Secondo posto per un bravissimo Max Verstappen che ha dominato fino a pochi giri ma a causa del degrado delle gomme, ha dovuto accontentarsi. La Ferrari salva l’onore con il terzo posto di Sebastian Vettel ma è stata una gara molto deludente per la Scuderia di Maranello. Il distacco di un minuto da Lewis Hamilton è un dato allarmante. A seguire: Charles Leclerc, Carlos Sainz, Pierre Gasly, Kimi Raikkonen, Valtteri Bottas, Lando Norris e Alexander Albon.

Nota di merito per le McLaren che terminano in top 10 così come per l’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen e la Toro Rosso del rookie Alexander Albon.

Circuito

Nome: Circuit de Spa-Francorchamps

Luogo: Francorchamps, Stavelot/Spa, Ardenne, Belgio

Costruzione: la costruzione di questo storico tracciato risale ai primi anni ’20 e la pista nacque dall’unione delle strade che congiungevano i tre paesi di Stavelot, Francorchamps e Malmedy. Inizialmente misurava 14,9 km di pura adrenalina, e da subito venne riconosciuto come uno dei più spettacolari circuiti al mondo. La prima corsa automobilistica venne disputata nel 1924. Con gli anni ha subito varie modifiche, per rallentare le vetture che lo percorrevano a una velocità veramente elevata. Ha ospitato il GP di Formula 1 fino al 1970, anno in cui il giro record fu segnato da Chris Amon a una media di circa 245Km/h, quando i piloti riuscirono a fare escludere il tracciato dal campionato per la scarsa sicurezza. La pista attuale risale al 1979, e misura circa 7 km.  Solamente nel 1983 la Formula 1 tornò a fare tappa a Spa: nonostante il drastico cambiamento, il fascino del tracciato non era cambiato, e curve come l’Eau Rouge rimasero intatte.  Nel corso degli anni vennero apportate alcune modifiche al tracciato attuale, le più importanti delle quali alla chicane “Bus Stop”. Nonostante tutto ciò, il tracciato di Spa-Francorchamps rimane luogo di culto per tutti gli appassionati delle corse. Spa infatti è il circuito più lungo nel calendario e capita non poche volte di avere pioggia intensa in un tratto della pista e asfalto asciutto in un altro. Oltre a essere uno dei tracciati preferiti dai piloti è riconosciuto da tutti gli esperti del settore come il circuito più tecnico del mondiale.

Distanza a giro: 7,004km

Numero di curve: 19, nove a destra, dieci a sinistra

Senso di marcia: orario

Dati Tecnici:

Carico aerodinamico: Basso Medio Alto
Apertura del gas: 72% del giro
Consumo di carburante al giro: 2,27 kg/giro
Velocità massima: 340 km/h
Possibilità di safety car: 80%
Tempo di percorrenza della pit lane con sosta: 22 secondi
Possibilità di sorpasso: Facile Medio Difficile
Vincitori dalla pole position: 13 su 32 edizioni in questo tracciato
Peggior posizione di partenza per un vincitore: sedicesimo (Schumacher 1995)

Particolarità del tracciato: Spa è il circuito più lungo dell’intero campionato ( 7004 metri) ed è molto impegnativo. Alterna lunghi rettilinei a curve molto veloci. E’ richiesta particolare attenzione per le curve Eau Rouge e Blanchimont, in quanto non viene concesso il minimo errore. Per quanto riguarda l’aerodinamica, per il circuito di Spa è richiesto un livello medio-alto. Con questo assetto, non ci saranno consumi di carburante elevati.

Zona DRS: tra curva 19 e curva 1 (con detection point prima della curva 18) e tra curva 4 e curva 5 (con detection point prima della curva 2).

Freni:

Categoria di circuito: Light Medium Hard
Numero di frenate: 9
Tempo speso in frenata: 13%
Energia dissipata in frenata durante il GP: 101 kWh
Carico totale sul pedale del freno durante il GP: 50.160 kg
Frenata più impegnativa: la seconda staccata, alla curva cinque

Gomme

Questi sono i treni di gomme scelti da Pirelli per il Gran Premio del Belgio. Le temperature questo weekend non dovrebbero essere troppo calde ma i piloti dovranno essere bravi a saper gestire gli pneumatici, evitando il rischio di  blistering. Pirelli ha optato per le mescole più dure: C1, C2 e C3. Scelte differenti per Mercedes, Ferrari e Red Bull per quanto concerne le mescole medie e soft.

https://twitter.com/pirellisport/status/1159747237032931328

RECORD

Giro prova: 1:42.553 – L Hamilton – Mercedes – 2017
Giro gara: 1:46.286 – V Bottas – Mercedes– 2018
Distanza: 1h20:39.066 – K Raikkonen – Ferrari – 2007
Vittorie pilota: 6 – M Schumacher
Vittorie team: 16 – Ferrari
Pole pilota: 4 – J Fangio, A Prost, A Senna, L Hamilton
Pole team: 13 – Ferrari
Migliori giri pilota: 6 – A Prost
Migliori giri team: 18 – Ferrari
Podi pilota: 9 – M Schumacher
Podi team: 46 – Ferrari

Albo d’oro

  1. 1925* A Ascari – Alfa Romeo
  2. 1930* L Chiron – Bugatti
  3. 1931* W Grover Williams e C Conelli – Bugatti
  4. 1933* T Nuvolari – Maserati
  5. 1934* R Dreyfus – Bugatti
  6. 1935* R Caracciola – Mercedes
  7. 1937* R Hasse – Auto Union
  8. 1939* H Lang – Mercedes
  9. 1946* E Chaboud – Delage
  10. 1947* J Wimille – Alfa Romeo
  11. 1949* L Rosier – Talbot
  12. 1950 J Fangio – Alfa Romeo
  13. 1951 N Farina – Alfa Romeo
  14. 1952 A Ascari – Ferrari
  15. 1953 A Ascari – Ferrari
  16. 1954 J Fangio – Maserati
  17. 1955 J Fangio – Mercedes
  18. 1956 P Collins – Ferrari
  19. 1958 T Brooks – Vanwall
  20. 1960 J Brabham – Cooper Climax
  21. 1961 P Hill – Ferrari
  22. 1962 J Clark – Lotus Climax
  23. 1963 J Clark – Lotus Climax
  24. 1964 J Clark – Lotus Climax
  25. 1965 J Clark – Lotus Climax
  26. 1966 J Surtees – Ferrari
  27. 1967 D Gurney – Eagle Weslake
  28. 1968 B McLarenMcLaren Ford
  29. 1970 P Rodriguez – BRM
  30. 1972 E Fittipaldi – Lotus Ford
  31. 1973 J Stewart – Tyrrell Ford
  32. 1974 E Fittipaldi – McLaren Ford
  33. 1975 N Lauda – Ferrari
  34. 1976 N Lauda – Ferrari
  35. 1977 G Nilsson – Lotus Ford
  36. 1978 M Andretti – Lotus Ford
  37. 1979 J Scheckter – Ferrari
  38. 1980 D Pironi – Ligier Ford
  39. 1981 C Reutemann – Williams Ford
  40. 1982 J Watson – McLaren Ford
  41. 1983 A Prost – Renault
  42. 1984 M Alboreto – Ferrari
  43. 1985 A Senna – Lotus Renault
  44. 1986 N Mansell – Williams Honda
  45. 1987 A Prost – McLaren TAG
  46. 1988 A Senna – McLaren Honda
  47. 1989 A Senna – McLaren Honda
  48. 1990 A Senna – McLaren Honda
  49. 1991 A Senna – McLaren Honda
  50. 1992 M Schumacher – Benetton Ford
  51. 1993 D Hill – Williams Renault
  52. 1994 D Hill – Williams Renault
  53. 1995 M Schumacher – Benetton Renault
  54. 1996 M Schumacher – Ferrari
  55. 1997 M Schumacher – Ferrari
  56. 1998 D Hill – Jordan Mugen Honda
  57. 1999 D Coulthard – McLaren Mercedes
  58. 2000 M Häkkinen – McLaren Mercedes
  59. 2001 M Schumacher – Ferrari
  60. 2002 M Schumacher – Ferrari
  61. 2004 K Raikkonen – McLaren Mercedes
  62. 2005 K Raikkonen – McLaren Mercedes
  63. 2007 K Raikkonen – Ferrari
  64. 2008 F Massa – Ferrari
  65. 2009 K Raikkonen – Ferrari
  66. 2010 L Hamilton – McLaren Mercedes
  67. 2011 S Vettel – Red Bull Renault
  68. 2012 J Button – McLaren Mercedes
  69. 2013 S Vettel – Red Bull Renault
  70. 2014 D Ricciardo – Red Bull Renault
  71. 2015 L Hamilton – Mercedes
  72. 2016 N Rosberg – Mercedes
  73. 2017 L Hamilton – Mercedes
  74. 2018 S Vettel – Ferrari

* Prima dell’attuale campionato del mondo di F1

F1 | GP Belgio 2019: anteprima e orari del weekend
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anteprima

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati