F1 GP Bahrain, Prove Libere 2: Rosberg da record

Hamilton ancora alle spalle del tedesco. Terza una ottima McLaren. Problemi per Vettel

F1 GP Bahrain, Prove Libere 2: Rosberg da record

Cala la notte sul deserto del Bahrain, la pista comincia a gommarsi e scendono anche i crono, con Nico Rosberg che si conferma il più veloce della griglia grazie al tempo di 1:31.001, aggiudicandosi inoltre il giro record della pista, imbattuto dal 2005. Il tedesco della Mercedes ha preceduto ancora una volta il compagno di squadra Hamilton, mentre una strepitosa McLaren si è conquistata la terza piazza davanti alla Toro Rosso di Verstappen e alla Rossa di Raikkonen.
Sesto tempo per Vettel, che a quindici minuti dalla conclusione ha dovuto però parcheggiare la SFH-16 a bordo pista, apparentemente per un problema alla posteriore sinistra non fissata a dovere, anche se il tedesco ha lamentato una perdita di potenza. Dietro di lui completano la top ten Kvyat, Bottas, Ricciardo e Massa.
Sul passo gara Mercedes e Ferrari sono apparse molto vicine ma nella simulazione di Qualifica le Frecce d’Argento hanno confermato una superiorità per ora ancora imbattuta.

Cronaca – Raikkonen e Haryanto sono i primi a entrare in pista all’accendersi del semaforo. Una decina di piloti riempono la pista nei primi minuti, tutti montando la mescola medium. Il primo tempo arriva dalla Haas di Grosjean, 1:35.485. Ma il francese dura poco in testa, con Hulkenberg, Raikkonen e infine Sainz che si litigano la prima piazza. Lo spagnolo mette a segno il giro più veloce in 1:35.132.
Rosberg lascia i box con gomma soft e sbaraglia la concorrenza in 1:32.173, davanti a Gutierrez e Vandoorne. Pochi minuti e le carte si rimescolano: Hamilton secondo precede Kvyat, Verstappen, Ricciardo e Gutierrez.

Dopo il primo quarto d’ora Rosberg mantiene la leadership seguito da Hamilton, Vettel, Kvyat, Verstappen, Ricciardo, Gutierrez, Magnussen, Vandoorne e Bottas. I primi nove sono su mescola soft, la Williams su medium.
Felipe Massa è il primo pilota del weekend a testare la mescola supersoft, piazzandosi al quarto posto in 1:32.873. Lo stesso fa Bottas, che ruba così la piazza al compagno di squadra.

La mescola rossa si impone anche sul resto della griglia, con Ricicardo che si prende così la quinta piazza. Sainz è settimo, Hulkenberg nono dietro alla Haas. Il leader Rosberg si migliora e fissa l’asticella a 1:31.001. Dietro al tedesco, a 241 millesimi, si conferma Hamilton. Completano la top ten Vettel, Kvyat, Bottas, Ricciardo, Massa, Gutierrez, Sainz e Grosjean.
Button sale al terzo posto grazie al tempo di 1:32.281 e dietro di lui si piazza Verstappen. A fine top ten arriva il rookie Vandoorne, a dieci decimi da Button, mentre Raikkonen si infila al quinto posto.

Dopo un’ora dal via Rosberg si conferma al comando davanti a Hamilton, Button, Verstappen, Raikkonen, Vettel, Kvyat, Bottas, Ricciardo e Massa.
Il tedesco della Mercedes dà il via alla simulazione di gara tornando a girare con la mescola rossa usata e lo stesso fanno Hamilton, Kvyat, Bottas, Ricciardo e Massa.
Dopo un breve passaggio ai box Vettel torna in pista con la soft usata a trenta minuti dalla fine, e poco dopo lo seguono entrambe le Mercedes. Button invece è impegnato nei long run con la medium, Raikkonen con la supersoft.

A quindici minuti dalla fine Vettel è costretto a rallentare e a parcheggiare la sua monoposto a bordo pista: il tedesco lamenta una perdita di potenza sulla SFH-16. Viene chiamata la VSC e nel frattempo la Haas di Grosjean perde pezzi di ala in pista. Tornato ai box al francese viene sostituita l’ala anteriore, mentre la Ferrari di Vettel viene recuperata dalla gru. Quando sventola la bandiera a scacchi la Haas ha di nuovo problemi, con il posteriore in fumo.

F1 GP Bahrain – Tempi, risultati e giri Prove Libere 2

Pos. N. Pilota Team Distacco Tempo Giri
1 06 Nico Rosberg Mercedes 1’31″001 38
2 44 Lewis Hamilton Mercedes +00″241 1’31″242 32
3 22 Jenson Button McLaren +01″280 1’32″281 32
4 33 Max Verstappen Toro Rosso +01″405 1’32″406 31
5 07 Kimi Raikkonen Ferrari +01″451 1’32″452 38
6 05 Sebastian Vettel Ferrari +01″649 1’32″650 26
7 26 Daniil Kvyat Red Bull +01″702 1’32″703 34
8 77 Valtteri Bottas Williams +01″791 1’32″792 39
9 03 Daniel Ricciardo Red Bull +01″869 1’32″870 23
10 19 Felipe Massa Williams +01″872 1’32″873 36
11 47 Stoffel Vandoorne McLaren +01″998 1’32″999 30
12 21 Esteban Gutierrez Haas +02″128 1’33″129 31
13 55 Carlos Sainz Toro Rosso +02″176 1’33″177 36
14 08 Romain Grosjean Haas +02″383 1’33″384 23
15 11 Sergio Perez Force India +02″405 1’33″406 35
16 20 Kevin Magnussen Renault +02″446 1’33″447 34
17 27 Nico Hulkenberg Force India +02″569 1’33″570 37
18 30 Jolyon Palmer Renault +02″639 1’33″640 35
19 94 Pascal Wehrlein Manor +02″952 1’33″953 21
20 09 Marcus Ericsson Sauber +03″223 1’34″224 31
21 12 Felipe Nasr Sauber +03″476 1’34″477 34
22 88 Rio Haryanto Manor +03″561 1’34″562 33

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | McLaren, gara in difesa per Lando Norris

"Dopo il primo giro è stato tutto estremamente difficile" ha aggiunto il britannico, decimo al traguardo
La gara di Lando Norris è stata letteralmente in salita: solo poche ore prima della gara la McLaren ha comunicato