F1 | Forza Vettel, è l’ora del riscatto!

Seb, con una grande prestazione nella pista di casa Hockenheim, potrebbe archiviare un difficile anno solare apertosi proprio sulla pista tedesca

F1 | Forza Vettel, è l’ora del riscatto!

Finalmente nel weekend le parole lasceranno spazio alla pista. Il tema che ha accompagnato queste settimane di pausa è stato caratterizzato dalle “sentenze” emesse dai tribunali del web nei confronti Sebastian Vettel, protagonista del tamponamento ai danni di Max Verstappen nella corsa di Silverstone.

Un errore da matita blu, su questo non ci piove, che ha rovinato quanto di buono il tedesco aveva fatto vedere nella prima metà di gara del Gran Premio di Gran Bretagna. Anche in questa occasione il popolo dei social non ha risparmiato Seb, definendolo un ‘pilotino’ che farebbe meglio a chiudere anzitempo la propria sua esperienza in Formula Uno. Come se quattro titoli mondiali non riconoscano il talento di questo pilota…

Che Seb non stia attraversando il miglior momento è indubbio, ma che sia oramai al capolinea ce ne passa.

Il calendario offre al tedesco il pronto riscatto nella ‘sua’ Hockenheim, dove lo scorso anno fu protagonista di una grande qualifica culminata con la pole position vanificata poi al sabato da quell’autogol mentre era in testa alla corsa.

Un ritiro che ha causato un blackout nel prosieguo della stagione del tedesco, costellato da altri sbagli (l’unica perla Spa) a cui però – giusto riconoscerlo – hanno fatto da contorno delle scelte tecniche operate dalla Ferrari che non hanno fornito le giuste risposte. Perché si vince e si perde insieme: è la regola (morale) dello sport di squadra, che in molti però tendono ad occultare quando c’è di mezzo Vettel.

Da Hockenheim a Hockenheim potrebbe (finalmente) chiudersi un cerchio, che manderebbe in archivio un difficile anno solare. A Seb infatti, come ribadito dal sottoscritto nel recente passato, basterebbe un grande risultato per ritrovare quell’entusiasmo e quello smalto ad oggi eclissati.

Chiaramente in terra teutonica non sarà facile arginare lo strapotere Mercedes (anch’essa come Vettel gioca in casa), che continua incontrastata a fare incetta di vittorie, a cui si aggiunge il ritorno prepotente della Red Bull che ha eguagliato le performance Ferrari nelle ultime settimane, ma è doveroso provarci.

Sarebbe anche il giusto modo per commemorare Sergio Marchionne, del quale domani (25 luglio) ricorrerà il primo anniversario dalla scomparsa. Non serve aggiungere altro.

Piero Ladisa


Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

3 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati