F1 | Ferrari, parla Binotto: “E’ stato un errore, dobbiamo migliorare i nostri strumenti”

Il team principal della Rossa spiega l'eliminazione di Leclerc dalla Q1

F1 | Ferrari, parla Binotto: “E’ stato un errore, dobbiamo migliorare i nostri strumenti”

Dopo la debacle in qualifica a Montecarlo, la Ferrari ha indetto a sorpresa una conferenza stampa di Mattia Binotto, team principal della Rossa. Il boss della Scuderia ha cercato di spiegare i motivi per i quali Leclerc è stato escluso dalla Q1.

“Non ci vorrà troppo tempo, cercherò di essere il più chiaro possibile – ha detto Binotto. Non è stata una buona giornata per noi, abbiamo commesso un errore, nient’altro: è stato un errore di valutazione, quello che noi chiamiamo “Cut of time”, ossia un delta che riteniamo essere corretto per arrivare alla sessione successiva e viene calcolato in tempo reale in base a ciò che accade in pista, considerando i settori in tempo reale di tutti i piloti. Quando viene calcolato normalmente abbiamo un margine per vedere se è abbastanza buono da poterti permettere dei rischi, come normalmente accade durante una sessione. Quello che è successo oggi è che il margine che abbiamo applicato non è risultato sufficiente per pochissimo, e le ragioni sono sicuramente due: la prima è che il miglioramento del tracciato è diventato significativo e importante alla fine della Q1; il secondo è che il nostro margine non ha considerato che i piloti non hanno fiducia nel guidare a Montecarlo. Forse Monaco verrà allargata in futuro, ma la lezione presa oggi è che il margine deve semplicemente essere più grande. La Ferrari ha fatto un errore che non dovrebbe accadere, e come team siamo di fronte a una situazione nella quale abbiamo bisogno di recuperare punti nei campionati. Quando hai bisogno di rimontare devi anche prenderti dei rischi, e ovviamente, come oggi, prendere dei margini significa non usare un ulteriore set di gomme per salvarli in vista di Q2 e Q3″.

“Senza dubbio in questi casi è peggio non entrare in Q2 che non avere gomme a disposizione per l’ultima parte della Q3. Questi sono gli strumenti che abbiamo: ci sono persone che ovviamente gestiscono tutto ciò nel team in quanto sono responsabili e capaci di prendere delle decisioni. Charles e la squadra sono delusi, ma stiamo migliorando e sono sicuro che saremo più forti in futuro”.

“Tutti concentrati su Vettel e non su Leclerc? Affatto! Abbiamo due squadre complete, una per pilota e non abbiamo compromesso nulla: Charles ha chiesto se dovesse uscire, pensavamo di avere il margine, ma non era così. Quando usi strumenti dovresti fidarti di ciò che stai facendo: eravamo consapevoli che il tutto fosse molto ristretto, ma gli strumenti dicevano che avevamo ragione. Come detto stiamo in qualche modo prendendo troppi rischi, è stato un errore di valutazione. Penso che abbiamo le persone giuste, abbiamo bisogno di migliorare i nostri strumenti. Oggi possiamo aprirci a nuove opportunità, possiamo solo imparare da ciò”.

F1 | Ferrari, parla Binotto: “E’ stato un errore, dobbiamo migliorare i nostri strumenti”
1.8 (35.56%) 9 votes
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

6 commenti
  1. undertaker

    25 maggio 2019 at 21:31

    Dilettanti allo sbaraglio! Semplicemente assurdo!
    Da Ferrarista non so se sono più arrabbiato o deluso.

  2. 1ferrari2

    26 maggio 2019 at 00:08

    E che cazz, pure il software è da migliorare? Si salva qualcosa in questa scuderia.

  3. Metal84f1

    26 maggio 2019 at 02:39

    La peggior Ferrari di sempre. Non so cosa pensare

  4. Metal84f1

    26 maggio 2019 at 02:40

    Perché poi mi fanno incazzare D.C. pagliacci!!

  5. frency

    26 maggio 2019 at 09:40

    Che ca..spita sta dicendo, ci volevano i computer x capire che a due minuti della fine sessione non sarebbe stato dentro? Basta un po’ d’occhio

  6. Bubu

    26 maggio 2019 at 12:28

    LA TESTA, E’ LA TESTA che dovete cambiare !!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati