F1 | Ferrari, Charles Leclerc: “Sono estremamente deluso da me stesso”

"Ho commesso un errore, c'è poco da dire, ma sono contento per Sebastian, si merita completamente questo podio" ha aggiunto il monegasco

F1 | Ferrari, Charles Leclerc: “Sono estremamente deluso da me stesso”

E’ sicuramente deluso ed arrabbiato, Charles Leclerc, arrivato ad un soffio dal podio. Il monegasco è partito dalla dodicesima posizione, dal lato più bagnato della pista. La sua partenza non è stata brillante quanto quella del compagno di squadra, anzi: Charles perde due posizioni, ma tenta l’azzardo montando le intermedie già al settimo giro. La strategia è giusta, Charles colleziona giri veloci e scala la classifica, rientrando in top ten nel giro di pochi giri. Nella seconda parte di gara Leclerc raggiunge il compagno di squadra e, avendo più ritmo, lo sorpassa agguantando la quarta posizione. L’errore di Max Verstappen avvicina ancora di più i due ferraristi al podio ed è proprio a pochi metri dal traguardo che Leclerc approfitta di un errore di Perez per tentare l’assalto alla seconda posizione, ma senza successo, anzi: è Vettel quello a spuntarla e sorpassare il compagno si squadra. Leclerc si ritrova così ad un passo dal podio, ed la sua frustrazione è certamente comprensibile dal team radio dopo gara.

Sono estremamente deluso da me stesso – ha ammesso il monegasco – ho commesso un errore all’ultima curva, c’è poco da dire, visto che alla fine è il risultato che conta e oggi ho buttato via un’occasione. La mia partenza è stata brutta, dal lato sporco della pista, ma poi le cose sono andate meglio e nella parte centrale della gara siamo stati estremamente veloci e ho fatto un buon lavoro raggiungendo il gruppo di testa che era di diversi secondi davanti. Però alla fine ho buttato tutto nel cestino.

Mi dispiace per la squadra, perché oggi avremmo potuto ottenere un secondo posto. D’altro canto, sono contento per Seb perché ha avuto una stagione difficile finora e si merita completamente questo primo podio”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati