F1 | Ferrari, arriva il “bis” sul tracciato del Red Bull Ring

Ferrari affronterà per la prima volta il Gran Premio di Stiria

Leclerc e Vettel a caccia del riscatto dopo le difficoltà della scorsa settimana
F1 | Ferrari, arriva il “bis” sul tracciato del Red Bull Ring

Per la prima volta nella storia della Formula 1 si gareggia per due volte in una stagione sulla stessa pista. Non solo, lo si fa ad appena sette giorni di distanza.

Dal 33° Gran Premio d’Austria si passa al primo Gran Premio di Stiria: a non cambiare è il circuito, caratterizzato da dieci curve e lungo appena 4.318 metri. Questa condizione presenta ai tecnici una sfida inedita, perché permette un riscontro immediato di tutta la mole di dati raccolti nel weekend precedente.

Per la prima volta un Gran Premio di Formula 1 valido per il Mondiale porta il nome di una regione: era già successo solo con gare non valide per il campionato del mondo, con il Grand Prix de la Bourgogne, disputato per la prima volta nel 1946, e con quello di Natal, regione del Sud Africa, che negli anni ’60 vide le vetture di Formula 1 impegnate in più di un’occasione. La Stiria, con capoluogo Graz, si estende su 16.400 km quadrati e conta 1.246.000 abitanti.

Tre vittorie. Da quando il tracciato si chiama Spielberg, ricordiamo che dal 1970 al 1987 era molto più lungo e portava il nome di Ӧsterreichring, la Scuderia Ferrari vi ha vinto in tre occasioni: con Eddie Irvine nel 1999 e con Michael Schumacher nel 2002 e nel 2003.

Messaggi. Anche questo weekend sulla SF1000 ci saranno i messaggi #ForzaAlex, a sostegno dell’ex pilota e pluricampione paralimpico Alex Zanardi e #WeRaceAsOne.

Ferrari stats

GP disputati 992
Stagioni in F1 71
Debutto Monaco 1950 (Alberto Ascari 2°; Raymond Sommer 4°; Luigi Villoresi rit.)
Vittorie 238 (23,99%)
Pole position 228 (22,98%)
Giri più veloci 254 (25,60%)
Podi 771 (77.72%)

FERRARI STATS AL CIRCUITO DI SPIELBERG
GP disputati 14
Debutto 1997 (Michal Schumacher, 6°; Eddie Irvine rit.)
Vittorie 3 (21,43%)
Pole position 4 (28,57%)
Giri più veloci 3 (21,43%)
Podi 15 (107,14%)

GP di Stiria: numeri e curiosità

0 – I Gran Premi di Stiria nella storia del motorsport. Si tratta di una prima volta assoluta, dunque, non solo per la Formula 1. L’unico Gran Premio di Stiria che risulta noto nel mondo dello sport è una gara ciclistica under 23.

2 – I Gran Premi di Formula 1, nessuno dei quali valido per il campionato del mondo, che dovevano il proprio nome a una regione prima del Gran Premio di Stiria. Il primo fu il Gran Premio di Borgogna, disputato nel 1946 e vinto dal francese Jean-Pierre Wimille con un’Alfa Romeo. Il secondo è il Gran Premio di Natal, disputatodi nell’omonima regione del Sud Africa nel 1961 e nel 1962. Furono entrambi vinti dalla Lotus con, rispettivamente, Jim Clark e Trevor Taylor. La Scuderia Ferrari non era presente a nessuna di queste gare.

8 – I circuiti, incluso Spielberg, che hanno ospitato gare con più di una denominazione. Baku ha ospitato i GP di Europa e Azerbaigian; Brands Hatch quelli di Europa e Gran Bretagna; Digione quello di Francia e di Svizzera; Imola quello d’Italia nel 1980 e poi, per il resto, quello di San Marino; Jerez de la Frontera quello di Spagna e d’Europa, e Indianapolis che ha ospitato la 500 Miglia e il Gran Premio degli Stati Uniti. L’unico circuito ad aver ospitato tre denominazioni di Gran Premio è il Nürburgring che è stato la sede dei Gran Premi di Europa, Germania e Lussemburgo.

42 – I Gran Premi, incluso quello della Stiria, che hanno avuto almeno un’edizione valida per il Campionato del Mondo di Formula 1. Con una sola edizione ci sono i Gran Premi di Pescara (1957); Marocco (1958) e Dallas (1984).

63 – I secondi necessari (a dire il vero 62″939) per completare un giro della pista di Spielberg. Si tratta del quarto giro più corto della storia della Formula 1. Più brevi di quello austriaco si ricordano il circuito di Digione, che nel 1974 venne percorso in meno di un minuto (58″79 da Niki Lauda su Ferrari); l’anello di Indianapolis (in calendario dal 1950 al 1960), percorso in 1’01″4 nel 1960; e il tracciato di Kyalami, completato in 1’02″366 da Nigel Mansell nel 1985 nell’ultima corsa di Formula 1 che si sia mai disputata al sabato.

La storia i questa settimana

7/7 Nel 2002 la Scuderia Ferrari ottiene la doppietta numero 56 della propria storia conquistando il Gran Premio di Gran Bertagna a Silverstone con Michael Schumacher che precede il compagno Rubens Barrichello. Siamo solo a metà stagione ma il tedesco è in totale controllo della classifica, al punto che dopo questa gara si creano le condizioni per vincere matematicamente il titolo mondiale in Francia, al Gran Premio successivo. A Magny-Cours, puntualmente, Schumacher chiuderà i giochi.

8/7 Nel 1990 Alain Prost trionfa nel Gran Premio di Francia superando uno straordinario Ivan Capelli (con la March) a pochi giri dal termine. Il francese regala così la vittoria numero 100 in Formula 1 alla Scuderia Ferrari.

9/7 Nel 1932 debutta il Cavallino Rampante sulle Alfa Romeo della Scuderia Ferrari. Si disputa la 24 Ore di Spa-Francorchamps e la squadra italiana schiera due 8C 2300 MM: la numero 38 per Antonio Brivio ed Eugenio Siena e la 40 per Guido d’Ippolito e Piero Taruffi. Il debutto del simbolo che Ferrari aveva ereditato dalla madre dell’eroe di guerra Francesco Baracca è baciato dalla fortuna: le due vetture domineranno la corsa mettendo a segno una doppietta.

10/7 Nel 2011 in una stagione non facile per la Scuderia a livello di competitività, Fernando Alonso conquista l’unica vittoria della Ferrari 150° Italia sulla pista di Silverstone. Per lo spagnolo è la sesta affermazione al volante di una monoposto del Cavallino Rampante.

11/7 Nel 2004 Michael Schumacher conquista il Gran Premio di Gran Bretagna al volante della F2004. Si tratta della decima vittoria della stagione in undici gare per il tedesco. Michael precede la McLaren di Kimi Raikkonen e la seconda Ferrari di Rubens Barrichello. In quella stagione Schumacher conquisterà in Belgio il suo settimo titolo mondiale, il quinto con la Scuderia Ferrari.

12/7 Nel 1998 Michael Schumacher conquista la sua prima vittoria a Silverstone con la Scuderia Ferrari. Il successo arriva nonostante uno stop&go che viene inflitto al tedesco per un doppiaggio effettuato con bandiera gialla.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti
  1. Zac

    9 Luglio 2020 at 11:14

    “GP Stiria, team e piloti restano in Stiria”.
    Notare che differenza!
    Pingback: https://f1grandprix.motorionline.com/f1-gp-stiria-team-e-piloti-restano-in-austria-come-cambia-il-lavoro-video/

  2. Pingback: F1 | Kubica in pista nelle prime libere in Ungheria

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati