F1 | Brawn sulla Racing Point: “Copiare in Formula 1 è uno standard”

"Racing Point ha solo portato questo al livello successivo", ha affermato l'inglese

Brawn ha difeso il lavoro svolto dalla Racing Point sulla RP20
F1 | Brawn sulla Racing Point: “Copiare in Formula 1 è uno standard”

Intervistato dai media durante l’ultimo Gran Premio d’Ungheria, terzo appuntamento di questo mondiale 2020 di Formula 1, Ross Brawn ha difeso il lavoro svolto dalla Racing Point sulla RP20, sottolineando come tutte le squadre, chi più e chi meno, si trovino spesso e volentieri a copiare le soluzioni tecniche presenti nelle altre monoposto.

Secondo l’Ingegnere inglese, la Racing Point si è limitata a portare questo processo ad un livello successivo, prendendo come riferimento non solo il singolo particolare tecnico, ma anche l’intera vettura. Una mossa discutibile, ma che ha permesso alla squadra di migliorare notevolmente le proprie prestazioni rispetto a quelle della passata stagione.

“Copiare in Formula 1 è uno standard”, ha affermato Ross Brawn. “Ogni team ha normalmente fotografi digitali nella pit lane che scattano migliaia di foto per analizzare le altre vetture, con l’idea di copiare le migliori idee. Eravamo soliti fare una lista della spesa”.

“Racing Point ha solo portato questo al livello successivo, facendo un lavoro più completo”, ha proseguito il braccio destro di Chase Carey. “Non c’è un singolo team che non abbia usato questo metodo. Se chiedessi ad ogni direttore tecnico presente nel paddock di alzare la mano come garanzia sul non aver mai copiato, beh, non vedreste nessuna mano alzata”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

15 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati