F1 | Ross Brawn loda gli eSports: “Mantenuto il contatto con gli appassionati”

"Il supporto continuerà anche in futuro", ha detto l'ex Ferrari

Ross Brawn è contento di come sia andato il mini campionato, non ufficiale, organizzato durante la quarantena
F1 | Ross Brawn loda gli eSports: “Mantenuto il contatto con gli appassionati”

La scorsa settimana con il Virtual GP del Canada si è chiusa la mini stagione video ludica organizzata dalla Formula 1 durante il periodo di quarantena. Il successo delle gare su F1 2019 è stato alto, più di quanto ci si aspettasse. Il fatto di avere piloti del calibro di Leclerc, Norris, Giovinazzi, Russell e Albon sempre presenti e sfidarsi su un videogioco ha incuriosito molti, lasciando dei pareri positivi nonostante qualche critica per la struttura delle gare. Certo, non può andare tutto liscio, ma lo scopo di questa mini stagione (non ufficiale, ovviamente) era quello di intrattenere il pubblico durante questo periodo difficile dal quale speriamo di uscirne completamente nei prossimi mesi. Adesso che la Formula 1 finalmente sta per iniziare è il momento di spegnere PlayStation, PC e xBox per ributtarci a capofitto sulla realtà tanto sognata in questi mesi.

“E’ una delle chiavi determinanti per mantenere il contatto tra il nostro sport e gli appassionati – ha detto Ross Brawn – specialmente durante la quarantena, con molte persone che hanno creato contenuti, è stato grandioso. Ciò che mi ha sorpreso è il modo in cui i veri piloti di Formula 1 si sono messi in gioco e quanto sono stati in grado di collegarsi con i fan: volevano vedere la parte che normalmente non si vede quando indossano un casco, ossia i loro sguardi mentre guidano. Molte persone che magari non si occupano di Formula 1 ora sanno chi sono Lando Norris, George Russell e altri, adesso le loro personalità sono venute fuori. Credo che gli eSports siano stati molti utili al nostro sport, per questo li abbiamo supportati! C’è già il nostro campionato con tutti i team coinvolti con simdriver professionisti, e il fatto che i piloti veri abbiano partecipato ha dato una spinta in più al mondo virtuale. Sono sicuro che il supporto continuerà anche in futuro: abbiamo visto tutti i lati positivi in questa situazione, non lasceremo scappare questa opportunità”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati