F1 | Aston Martin guarderà in casa Mercedes per risolvere i problemi

"Penso che molte squadre siano molto più vicine alla Mercedes quest'anno rispetto allo scorso", ha detto il TP di Silverstone

F1 | Aston Martin guarderà in casa Mercedes per risolvere i problemi

Le modifiche aerodinamiche che sono state apportate in questa nuova stagione hanno condizionato, almeno al momento, le prestazioni dell’Aston Martin che nella gara inaugurale in Bahrain è riuscita a centrare la zona punti con la sola monoposto di Lance Stroll. Vista la stretta partnership tecnica con la Mercedes, la scuderia di Silverstone per bocca del proprio TP Otmar Szafnauer osserverà la situazione in casa della Stella per poter migliorare i propri risultati.

Penso che dobbiamo sicuramente guardare che tipo di tempi sul giro sono in grado di fare – ha dichiarato Szafnauer, citato da Formula1.com, parlando della Mercedes – Abbiamo lo stesso motore, lo stesso cambio, le stesse sospensioni posteriori, quindi se sono in grado di fare alcuni di quei tempi sul giro, dovremmo essere in grado di avvicinarci. Questo ci dà un po’ di speranza”.

La gara in Bahrain ci ho fornito dei distacchi molto contenuti tra la Mercedes, che ha comunque vinto la corsa con Lewis Hamilton, e i principal competitor. Un indizio questo da non sottovalutare come ha ammesso Szafnauer.

Penso che molte squadre siano molto più vicine alla Mercedes quest’anno rispetto allo scorso anno, comprese Red Bull, McLaren e Ferrari. Se guardi indietro per vedere dove si trovava la Ferrari tre mesi fa e dove si trova ora dalla Mercedes, dai un’occhiata ai tempi sul giro e questo ti darà una foto”.

Il TP dell’Aston Martin ha inoltre confermato che il lavoro sul 2021 e quello sul 2022, dove entrerà in vigore il nuovo regolamento tecnico, continuerà ad essere svolto insieme: Il compromesso deve essere quanto possiamo guadagnare di più quest’anno a quale costo per il prossimo anno e questo è davvero, davvero, difficile da prevedere. Quindi in questo momento andremo avanti in parallelo”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati