Boullier: Vincere e diventare grandi

Boullier: Vincere e diventare grandi

Eric Boullier, team principal della Lotus Renault, dichiara gli obiettivi per il prossimo futuro. La squadra francese ha presentato la nuova livrea per la prossima stagione, frutto dell’unione con il gruppo Lotus e, consapevole dei fasti di cui è evocatrice l’accoppiata, vorrebbe ripercorrerne le orme.
Obiettivo dichiarato è quello di tornare ad essere un grande team al pari di Ferrari e McLaren ma per raggiungere l’obiettivo servono prima di tutto piazzamenti a podio regolari, quindi delle vittorie.
Boullier: “Vogliamo vincere, e vorremmo provaci già con questa vettura. Per arrivare primi bisogna prima di tutto finire regolarmente sul podio, solo quando saremo capaci di questo potremo puntare alla vittoria. La mia ambizione è fare di questa squadra un top team come Ferrari e McLaren. Dopo l’accordo con Lotus in squadra si respira un’atmosfera migliore, lo spirito è buono e credo che prima o poi avremo una ricompensa per il duro lavoro. Adesso abbiamo mezzi e risorse per puntare a realizzare le nostre ambizioni e saremo sicuramente più forti”.

Roberto Ferrari

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

19 commenti
  1. iorek

    14 Gennaio 2011 at 10:15

    per ora dimostrate solo di essere ridicoli con questo voler essere eredi di una scuderia che non esiste piu’ e a mio avviso senza diritti sul nome sportivo.

  2. Tommyhommy

    14 Gennaio 2011 at 10:55

    Non vorrei essere polemico ma abbiamo discusso e letto di tutto sulle livree delle “lotus” adesso la presentano e non c’è una foto che la faccia vedere?

  3. visce5schumythebest

    14 Gennaio 2011 at 11:36

    sarebbe meraviglioso ke la Lotus ritorna a vincere….. credo ke ha 79 vittorie….
    aspettiamo la ottattesima.

  4. jacvil87

    14 Gennaio 2011 at 12:46

    Scusate, c’è qualcuno che sa come si comporterà la FIA in termini statistici nei confronti delle due squadre Lotus quest’anno?
    Le due squadre saranno coniderate entrambe come realtà separate dalla gloriosa Lotus di Colin Champman che corse fino al ’94 oppure no?
    Se no: quale delle 2 andrà ad aggiungere gare disputate ed eventuali Pole, vittorie, podii e punti alle statistiche della vecchia e defunta Lotus?

  5. matteo

    14 Gennaio 2011 at 12:56

    secondo me verranno considerati i risultati dell’altra lotus, quella verde, questa invece dovrebbe essere considerata come renault..

    non sono d’accordo invece sul criticare il fatto di rendersi ridicoli quando si parla di risultati sportivi e delle ambizioni.. una cosa è la gestione azionaria, un’altra è la competitività tecnica.. cosa c’entrano i piloti, meccanici, ingegneri con il fatto che si ritrovano a correre con un nome leggendario come la lotus? loro pensano a fare il loro dovere in pista e ai box, poi se la squadra si chiama “lotus” o “alfa romeo” o “gelateria toni” credo che per loro faccia poca differenza..

  6. r26

    14 Gennaio 2011 at 15:35

    speriamo i mezzi tecnici di certo non mancano ma bisognera vedere quanto sia cresciuto il budget con l’arrivo del title sponsor lotus w quanto petrov sara cresciuto a livello di esperienza e contera pure come interpreteranno le regole xche con questa f1 moderna basta che interpreti una regola in maniera sbagliata che ti viene un auto da schifo e recuperare e durissima senza l’ausilio dei test

  7. luca

    14 Gennaio 2011 at 20:13

    ormai i ferraristi e i suoi tifosi sono alla disperazione,non sanno piu’ con chi prendersela per i titoli persi nel 2010,e sanno anche che quest’anno sara’ ancora piu’ dura ,anzi credo proprio che quest’anno delle chance di vittoria per i rossi non esiste,forse a montecarlo al casino’!!!!!!!!!!ah ah ah tortelli e cotechini!!!!!!!!!!!!!!1

  8. Paolo

    14 Gennaio 2011 at 21:29

    @luca

    La Ferrari ha sempre combattuto per le posizioni di testa quindi se con il tuo lato b da anti-italiano te ne vai in Austria o Inghilterra ci fai un favore grazie

  9. jacvil87

    14 Gennaio 2011 at 22:49

    @ Paolo

    Essere anti-ferraristi non significa necessariamente essere anti-italiani e viceversa!

    FORZA JACQUES VILLENEUVE & JUAN PABLO MONTOYA! Sempre, ovunque e comunque!

  10. r26

    15 Gennaio 2011 at 10:07

    quoto jacvil87

  11. r26

    15 Gennaio 2011 at 13:26

    il 2005 e il 2006 non sono ricordi troppo lontani per ambire al massimo dopo un periodo nero x eston per varie circostanze e ora di rialzare la testa e dimostrare al mondo di che pasta siete fatti renault we are the champions

  12. Fabio

    16 Gennaio 2011 at 12:07

    Quoto r26!!!! 🙂

  13. Davide

    16 Gennaio 2011 at 12:13

    Io dico che la squadra di Boullier deve restare Renault, quella di Fernandes Team Lotus. Infondo il marchio Renault non ha niente da invidiare a quello del defunto Colin Chapman, sono state entrambe scuderie molto vincenti!

  14. r26

    16 Gennaio 2011 at 12:22

    quoto davide

  15. jacvil87

    16 Gennaio 2011 at 12:49

    @ Davide

    D’accordissimo con te quando dici che la squadra di Boullier deve restare Renault e quella di Fernandes Team Lotus. E’ così che dovrebbe essere. Però… credo che ti sei sbilanciato un po’ troppo sulla Renault quando dici che non ha niente da invidiare al marchio di Colin Chapman… Uhm… La Lotus ha fatto la storia della F1 insieme a Ferrari e McLaren, ha dominato gli anni ’60 e parte dei ’70, ha sempre sfornato le vetture più originali e innovative. La Lotus di Chapman era qualcosa di unico, magico e speciale che nessun altro a parte la Ferrari (e lo dice un anti-ferrarista per eccellenza) sono riusciti ad eguagliare. Secondo me la Renault, nonostante sia stata anch’essa una squadra che ha fatto la storia (vedi introduzione del motore turbo nel ’77) ha molto da invidiare al marchio Lotus. Ed è per questo che vogliono usarlo quest’anno.

  16. r26

    16 Gennaio 2011 at 14:19

    però qualcuno si scorda che la renault e un costruttore generalista e tra i costruttori generalisti e quello che ha vinto di più in assoluto sia da costruttore che da motorista

  17. r26

    16 Gennaio 2011 at 14:23

    aggiungo

    se la renault ha usato il marchio lotus come sponsor non e di certo per questioni di invidia ma solo xche alla renault gli serviva un title sponsor che gli garantisce un budget quantomeno decente cosa che negli ultimi anni e venuta a mancare

  18. nico

    16 Gennaio 2011 at 17:18

    quoto in toto W la renault

  19. Fabio

    17 Gennaio 2011 at 01:38

    quoto r26 alla grande!!! 🙂

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati